Parabiago

Decessi all’Albergo del nonno, presidio dei parenti degli ospiti: “Vogliamo la verità” FOTO

Presidio di protesta dei familiari delle vittime con cartelli e striscioni all'esterno della casa di riposo

Decessi all’Albergo del nonno, presidio dei parenti degli ospiti: “Vogliamo la verità” FOTO
Legnano e Altomilanese, 13 Giugno 2020 ore 17:51

Decessi all’Albergo del nonno di Parabiago, presidio di protesta dei parenti degli ospiti. Esposti cartelli e striscioni.

Decessi all’Albergo del nonno, “Vogliamo la verità”

“Vogliamo sapere la verità”. Con questo slogan una cinquantina di parenti degli ospiti della casa di riposo Albergo del Nonno di Parabiago hanno organizzato un presidio davanti alla Rsa oggi pomeriggio, sabato 13 giugno 2020. intorno alle 17. A sostenerli anche alcuni rappresentanti del Comitato parenti della Rsa Accorsi di Legnano e, da lontano, anche quello dell’Albergo Trivulzio.
Tante le testimonianze di parenti che hanno visto i loro parenti morire a causa del Coronavirus. “Noi parenti non siamo più potuti entrare in casa di riposo da fine febbraio, eppure i nostri genitori sono morti di Covid-19 – hanno raccontato – Ora vogliamo sapere la verità e di chi è la responsabilità di questi decessi”. Familiari che hanno deciso di combattere per conoscere la verità e che hanno anche presentato una serie di esposti ai Carabinieri.
Intanto dal Consiglio comunale di giovedì sera è stato spiegato che a maggio ci sono stati due sopralluoghi in Rsa comunale: uno da parte di Ats e uno da parte dei Nas. A porre la domanda era stato il gruppo di centrosinistra con un’interrogazione. “L’8 maggio abbiamo avuto un sopralluogo da parte di Ats, che ha chiesto di inoltrare la relazione della formazione del personale, la modalità e i rapporti tra ospiti e familiari – ha confermato l’assessore ai Servizi sociali Elisa Lonati – Tutte le richieste sono state inoltrate la settimana successiva; da allora non abbiamo avuto altre richieste. L’11 maggio, inoltre c’è stata un’ispezione dei Nas. È stato rilasciato un verbale in cui chiedono i documenti e la copia del contratto d’appalto, l’organigramma, l’elenco degli ospiti, i fascicoli sanitari, i protocolli messi in atto durante la pandemia e l’elenco dei deceduti. Da allora non abbiamo avuto altre comunicazioni. L’Amministrazione comunale resta comunque disponibile per ulteriori richieste”.

LE FOTO:

12 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia