Dalla Regione 11 milioni contro la violenza sulle donne

Al via la campagna "Non sei da sola" con un sito internet ad hoc e una grande scritta sul Pirellone

Dalla Regione 11 milioni contro la violenza sulle donne
Cronaca 21 Novembre 2017 ore 17:01

Dalla Regione Lombardia quasi 11 milioni contro la violenza sulle donne.

L'impegno del Pirellone contro la violenza sulle donne

"Ammonta a quasi 11 milioni di euro di risorse regionali - cui vanno ad aggiungersi i riparti delle risorse statali - l'impegno economico di Regione Lombardia contro la violenza sulle donne, risorse stanziate tra il 2013 e il 2017 per il finanziamento di progetti, accordi di collaborazione con i Comuni capofila delle Reti antiviolenza, ristrutturazione di Centri antiviolenza e case rifugio e l'istituzione dell'Albo regionale, la sottoscrizione del protocollo di intesa con le Prefetture e l'Ordine degli avvocati, progetti per l'inclusione lavorativa, formazione degli operatori e il sostegno abitativo alle donne". Così l'assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale di Regione Lombardia Francesca Brianza, durante l'intervento programmato in apertura della sessione pomeridiana del Consiglio
regionale di martedì 21 novembre.

Concentrati nel contrastare la violenza

"Regione Lombardia - commenta Brianza - interviene con ogni mezzo per contrastare con forza qualsiasi forma di violenza contro le donne, un terribile reato che, nel nostro Paese, costa la vita ad una donna ogni due giorni. Il miglioramento delle strutture di accoglienza, la realizzazione dei diversi progetti e la formazione di Forze dell'ordine e professionisti dell'area giuridica sono tutte azioni volte ad alzare lo standard qualitativo di competenza e professionalità di tutte le realtà coinvolte nel nobile obiettivo di contrastare il gesto vile di chi non ha rispetto per la donna".

"Non sei da sola"

La campagna annuale mira a informare e sensibilizzare la popolazione contro la violenza sulle donne. E' stato creato un sito internet ad hoc, sul Pirelli per la prima volta comparirà il claim della campagna dal 24 al 26 novembre. "Sono piu' di 5.200 le donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza lombardi nel corso del 2016 - chiosa l'assessore lombardo -; la rilevazione dei primi 6 mesi del 2017, inoltre,
dice che sono già quasi 4mila quelle di quest'anno: questo dimostra due cose, sia che purtroppo il fenomeno è terribilmente forte, sia che le politiche regionali funzionano, perché le donne hanno fiducia in noi e ci chiedono aiuto".

Collaborazione con enti

"Sono molte le iniziative e le azioni svolte in collaborazione con Forze dell'ordine, Ordine degli avvocati, Coni, per citare alcuni dei protocolli sottoscritti - prosegue una delle iniziative particolarmente importanti di questi giorni è la riflessione silenziosa che il Coni ha chiesto di fare all'inizio di tutte le partite o competizioni sportive di questi giorni. E' nostra intenzione pensare anche ad un'intesa con l'Ufficio scolastico, perché è a partire dalla formazione degli insegnanti e dall'educazione nelle scuole che si insegna il rispetto per tutti" continua Brianza.

Uniti contro la violenza

"Prevenire, proteggere, sostenere, far emergere il fenomeno: questi gli obiettivi delle politiche regionali. Conoscere la realtà del fenomeno significa poterlo affrontare e combattere. Gli strumenti che mettiamo in campo sono molteplici e l'impegno e' di migliorarli costantemente: è un preciso dovere delle Istituzioni difendere chi è fragile e non può, da solo, uscire da una condizione di violenza" conclude l'assessore.