Cronaca

Dafne trovata a Castronno, si era allontanata volontariamente

E' stata fermata all'altezza dell'autogrill di Castronno

Dafne trovata a Castronno, si era allontanata volontariamente
Cronaca 17 Ottobre 2017 ore 09:22

Dafne trovata

Dafne trovata si era allontanata volontariamente

Dafne Di Scipio è viva, l’hanno trovata nella tarda serata di ieri dopo due giorni di intense ricerche. E' stata fermata all'altezza dell'autogrill di Castronno in collaborazione con la Polizia Stradale. La 20enne sta bene e ha dichiarato di essersi allontanata volontariamente. I carabinieri stanno indagando per capire come si siano svolti effettivamente i fatti. Il compagno aveva raccontato che la ragazza era stata trascinata nel bosco da due pusher nordafricani. Da sabato sera si erano perse le sue tracce, dopo che con il fidanzato si era recata nella zona dello spaccio a Marnate. La 20enne, originaria di Gallarate, era uscita da casa con Matteo Alessandro Brambilla, 41 anni, con cui convive da qualche mese per recarsi in via Kennedy, nella zona conosciuta come luogo dello spaccio.

Due giorni di intense ricerche

Due giorni di ricerche senza sosta in tutta la zona e nei luoghi frequentati dalla giovane. Secondo le dichiarazioni di Brambilla, i due si erano recati a Marnate: la giovane era scesa dall’auto da sola, entrando nel bosco, all’altezza de “La sbarra”. Ha riferito agli inquirenti che poco dopo l’aveva sentita urlare, quindi era uscito dall’auto per prestarle soccorso e aveva visto alcuni soggetti di nazionalità straniera trascinarla via. Aveva tentato di inseguirli, ma è stato percosso, non riuscendo a fermarli. A quel punto, Brambilla ha fermato i passanti chiedendo aiuto e facendo scattare la macchina dei soccorsi con la telefonata al 112. Seguono aggiornamenti.