La denuncia: "Rischi per la salute pubblica"

Cusago, esposto in Prefettura contro la festa di fine anno

La festa di fine anno degli alunni delle scuole di Cusago termina con un esposto alla Prefettura di Milano da parte di una donna che ha ravvisato nell'evento rischi per la salute pubblica

Cusago, esposto in Prefettura contro la festa di fine anno
Magenta e Abbiategrasso, 17 Giugno 2020 ore 08:26

La festa di fine anno degli alunni delle scuole di Cusago termina con un esposto alla Prefettura di Milano da parte di una donna che ha ravvisato nell’evento rischi per la salute pubblica

Cusago, esposto in Prefettura contro la festa di fine anno

La festa di fine anno degli alunni delle scuole di Cusago termina con un esposto alla Prefettura di Milano da parte di una donna che ha ravvisato nell’evento rischi per la salute pubblica. Il sindaco Gianni Triulzi non ha nascosto la propria rabbia ricostruendo quanto avvenuto in un post su facebook. Queste le sue parole:

Dopo tre mesi di lockdown pesantissimo che ha cambiato il nostro modo di vivere, di rapportarci con gli altri, di interagire anche con le persone più care, un gruppo di genitori ha avuto una bellissima idea e ha chiesto all’Amministrazione comunale di poter utilizzare un’area pubblica per organizzare un incontro tra gli alunni della 5° elementare A il mercoledì e della 5° B il venerdì alle ore 18.00 per permettere ai ragazzi di salutarsi e chiudere l’anno scolastico dopo mesi di clausura e di lontananza. Immaginate con quale cura ed attenzione i genitori dei ragazzi stessi abbiano organizzato la cosa, con l’obbiettivo fondamentale di garantire la massima sicurezza ai propri figli.

I due eventi gemelli sono andati benissimo, i ragazzi erano felicissimi, hanno cantato e letto toccanti lettere su quello che stanno passando, con relativo lancio di palloncini, ed il tutto si è svolto con la massima serenità e la dovuta attenzione al distanziamento e all’uso delle mascherine.

Tutto bene quindi, direte voi, ed invece non è così perché, partendo dal presupposto, quanto mai fondato, che la madre dei cretini è sempre incinta, qualcuno ha cercato e provato a rovinare tutto.

Una tale signora, neanche cittadina di Cusago, viene “casualmente” a sapere, imbeccata da qualche altro cretino, che non manca mai, che l’Amministrazione di Cusago avrebbe in animo di permettere chissà quale attentato alla salute pubblica e manda un esposto addirittura alla Prefettura di Milano denunciando il rischio di questi pericolosissimi “eventi”, il tutto senza approfondire o semplicemente informarsi. Dovrò rispondere al Prefetto e spiegare di che cosa si sia effettivamente trattato ma, in certi frangenti, ti cascano proprio le braccia, per non dire altro.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia