Crisi Sices Pensotti, audizione delle parti sociali in Regione

Dall'Inps ancora nessuna risposta in merito all'erogazione della cassa integrazione.

Crisi Sices Pensotti, audizione delle parti sociali in Regione
Legnano e Altomilanese, 27 Luglio 2018 ore 16:19

Crisi Sices Pensotti, al Pirellone l'audizione delle parti sociali.

Crisi Sices Pensotti, incontro in Regione

Si è svolta ieri, giovedì 26 luglio, nella IV Commissione Attività produttive del Consiglio regionale, l’audizione relativa alla crisi dell’azienda legnanese Sices Pensotti. Nel corso dell’audizione, richiesta negli scorsi giorni dal consigliere regionale della Lega Silvia Scurati, sono intervenuti i rappresentanti della società proprietaria, dei sindacati, della Città metropolitana e del Comune di Legnano. Al centro del dibattito odierno il futuro della società e dei livelli occupazionali, l’ipotesi di affitto di un ramo d’azienda da parte della Termotecnica Industriale di Battipaglia e i problemi relativi al pagamento della cassa integrazione ai lavoratori rimasti senza lavoro. "Ringrazio il presidente e gli uffici - ha dichiarato il consigliere Scurati - per i tempi rapidi con cui si è giunti all’audizione, segno di vicinanza della Regione ai lavoratori. Siamo consapevoli che le crisi occupazionali causano innanzitutto ripercussioni alle famiglie di chi spesso ha perso l’unica fonte di sostentamento".

Ancora nessuna risposta sull'erogazione della cassa

"Pazzesco che dopo sei mesi - ha proseguito Silvia Scurati -  non vi sia stata ancora una risposta da parte dell’Inps sull’erogazione della cassa integrazione e credo che  Regione Lombardia possa e debba fare la propria parte per sbloccare questa situazione. Sono convinta inoltre che la cassa integrazione debba in ogni caso rimanere aperta, anche nel caso si concretizzi l’affittanza del ramo aziendale".

"Il Comune farà il possibile per salvaguardare i posti di lavoro"

Nel corso dell’audizione Gianluca Alpoggio, assessore alla Gestione del territorio del Comune di Legnano, ha sottolineato che "a inizio luglio il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus era intervenuto al fine di chiarire i motivi del ritardo della procedura relativa alla cassa integrazione di 122 lavoratori Sices Pensotti. L’audizione alla Commissione Attività produttive di Regione Lombardia, anch’essa chiesta dal Ssindaco, è stata una seconda testimonianza dell’interesse verso l’azienda e i suoi dipendenti. In simili circostanze - ha proseguito l’assessore Alpoggio -  un Comune non ha ampi margini d’intervento ma, a Legnano, continueremo a fare tutto il possibile per salvaguardare i posti di lavoro a rischio. La situazione è complicata ma oggi abbiamo trovato interlocutori attenti e questo è, di per sé, un fatto positivo".

"Mi auguro che l'interessamento della Regione porti risultati tangibili"

"Sappiamo quali ricadute sociali possano generarsi su Legnano e sul territorio - ha affermato Ilaria Ceroni, assessore alle Politiche sociali del Comune di Legnano - se la crisi della Sices Pensotti non venisse superata. E non possiamo che essere vicini ai dipendenti e alle loro famiglie in questo momento di incertezza. Per questo voglio esprimere un ringraziamento, mio personale e dell’intera Amministrazione comunale, al presidente della quarta commissione, Gianmarco Senna, e al consigliere regionale Silvia Scurati. Mi auguro che l’interessamento di un’istituzione importante come Regione Lombardia possa portare a risultati tangibili".