Il gemellaggio con la cittadina tedesca: migliaia di mascherine ricevute

Covid, un aiuto ad Abbiategrasso dagli amici di Ellwangen

L'emergenza Covid rinsalda il gemellaggio tra Abbiategrasso e la cittadina tedesca: il bilancio degli aiuti ricevuti tramite Emergenza e Solidarietà

Covid, un aiuto ad Abbiategrasso dagli amici di Ellwangen
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 20 Dicembre 2020 ore 13:10

L’emergenza Covid rinsalda il gemellaggio tra Abbiategrasso e la cittadina tedesca: il bilancio degli aiuti ricevuti tramite Emergenza e Solidarietà

Covid, un aiuto ad Abbiategrasso dagli amici di Ellwangen

La gestione coordinata e trasparente messa in atto dall’associazione abbiatense Emergenza e Solidarietà, è stata determinate per il grande supporto a tantissime realtà locali, anche insospettabili, durante i mesi più neri di pandemia. Rsa, Caritas, forze dell’ordine, associazioni ed altri soggetti hanno beneficiato dell’ottimo lavoro svolto da Emergenza e Solidarietà. 34mila euro messi a disposizione della comunità dall’associazione, divisi tra mascherine, kit usa e getta, disinfettanti, guanti, tute protettive e alimenti.

«Più di 8mila mascherine, 6200 paia di guanti, 1700 kit, 3mila euro di alimenti donati ad esempio al Portico della solidarietà. Questi sono solo alcuni numeri del nostro lavoro ed impegno -spiega il presidente dell’associazione Alberto Gornati – Sin dalla nostra nascita nel lontano 2005 la nostra missione è sempre stata quella di aiutare le popolazioni colpite da calamità, in Italia e nel mondo, dagli tsunami indiani, fino ai terremoti italiani. Quest’anno siamo stati costretti a concentrarci sulle realtà locali». Non solo un lavoro di suddivisione risorse, ma anche un grosso impegno nel trovare le realtà in difficoltà e capire come aiutarle: «Durante la prima ondate molti soggetti si sono trovati improvvisamente scoperti, come ad esempio le forze dell’ordine. Come ricordiamo tutti il grosso problema era trovare materialmente i prodotti, le mascherine soprattutto, o guanti e disinfettanti».

In questo aspetto determinante è stato il supporto degli amici tedeschi di Ellwangen (paese gemellato con ‘Bia) e dell’ex consigliere comunale Valter Bertani: «Devo ringraziare colui che è stato un po’ il braccio, la mano che recuperava questi prodotti, l’amico Valter. I suoi rapporti di conoscenza e stima con le autorità di Ellwangen ci hanno consentito di aprire un canale preferenziale ed gli amici tedeschi ci hanno aiutato moltissimo. Oltre a 10mila euro di contributo, dalla Germania sono arrivati circa 12mila euro di presidi medici. Un grande ringraziamento va ad Ellwangen».

Se in questa seconda ondata ci si è fatti trovare più pronti in termini di prodotti, durante la prima ondata è stato necessario inventarsi delle soluzioni, compreso quella di muoversi privatamente, sia per i contatti che per il trasporto ad esempio dalla Germania.

Diversi i viaggi di Bertani in questi mesi, oltre 7mila prodotti, tra mascherine e guanti, sono arrivati ad Abbiategrasso direttamente dai magazzini dedicati agli ospedali tedeschi, (che ne avevano a sufficienza) tramite un amico farmacista di Ellwangen. In conclusione il presidente di Emergenza e Solidarietà Gornati, spiega come questa pandemia abbia creato una rete di solidarietà più condivisa e forte, sottolineando sia necessario che chi può, continui a donare, «perché la pandemia ha causato un incremento di tanti nuovi poveri ed il territorio ha bisogno dell’aiuto di tutti». I complimenti per l’operato e la speranza si possa proseguire al meglio, sono arrivati anche dal sindaco abbiatense Cesare Nai.

Gli auguri agli abbiatensi del sindaco tedesco

Dal primo cittadino del borgo tedesco, Michael Dambacher, è inoltre giunto l’augurio di Buone feste agli amici abbiatensi. Ecco le sue parole: «Cari cittadini di Abbiategrasso, Cari amici, In veste di sindaco della vostra Città gemellata di Ellwangen, mi rivolgo a voi tutti: purtroppo, la pandemia Coronavirus e i suoi disastrosi effetti sulla nostra vita pubblica e sociale, ci vedono costretti quest’anno, a celebrare il Santo Natale in modo molto ristretto e contingentato. Tuttavia, auguro a tutti voi, alle vostre famiglie ed ai vostri amici una fiduciosa e felice partecipazione a questo tradizionale evento. Per il nuovo 2021 che verrà, vi auguro possa rivelarsi felice, in salute e finalmente un anno sereno per tutti voi. Speriamo che gli incontri personali e la vita comune, possano tornare al centro della nostra vita quotidiana. Viva l’amicizia e la solidarietà tra le nostre città. Un abbraccio a tutti voi».

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità