Screening straordinario

Covid, cinque casi alla Sant’Erasmo di Legnano: isolati tutti i reparti

Dopo la positività di un operatore sono stati effettuati quasi 200 tamponi: contagiati due anziani e tre lavoratori. La direzione ha disposto misure straordinarie per fermare la potenziale diffusione del virus.

Covid, cinque casi alla Sant’Erasmo di Legnano: isolati tutti i reparti
Legnano e Altomilanese, 26 Ottobre 2020 ore 19:31

Covid, cinque casi alla rsa Sant’Erasmo di Legnano: la direzione dispone misure straordinarie per il contenimento della potenziale diffusione del virus.

Covid, piano di screening straordinario dopo la positività di un operatore

“Dopo aver appreso della positività al tampone dell’operatore impiegato part time nella rsa di Concorezzo dove è emerso un focolaio Covid, abbiamo voluto far partire un nuovo piano di screening straordinario per tutta la Fondazione Sant’Erasmo – spiegano dalla casa di riposo di corso Sempione – In soli dieci giorni abbiamo effettuato 105 tamponi su 115 ospiti totali e 82 tamponi sul personale; entro domani (martedì 27 ottobre 2020) verrà completato lo screening plenario sugli ospiti mentre quello su tutti gli operatori verrà ultimato entro fine settimana”.

Cinque i casi emersi: due tra gli anziani, tre tra gli operatori

L’esito di questo screening ha portato alla luce, purtroppo, alcuni casi di positività: fra gli ospiti, due anziani sono risultati positivi e subito trasferiti in ospedale per precauzione e monitoraggio delle condizioni di salute. Degli operatori, tre sono risultati positivi, un’infermiera e due ausiliarie, tutte si trovano in isolamento domiciliare.

“Ogni reparto è stato isolato”

“Immediatamente abbiamo disposto misure straordinarie per il contenimento della potenziale diffusione del virus e ogni reparto è stato isolato – prosegue la direzione della Fondazione – Confidiamo che il contact tracing, in combinazione con l’individuazione precoce dei casi e in sinergia con le altre misure straordinarie del protocollo, ci permettano di interrompere la catena di trasmissione del virus. L’impegno di tutta la Fondazione è massimo e incessante. Vi terremo aggiornati sulla situazione non appena arriveranno gli esiti degli ultimi tamponi. Possiamo ancora farcela!”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia