San Vittore Olona

Coronoravirus, da 21 a 80 casi in una settimana. Sindaco contro i negazionisti

Ben 59 nuovi casi in paese. Rossi: "Ospedali e pronto soccorsi vuoti? Parlate con medici, infermieri e portate rispetto per chi è malato"

Coronoravirus, da 21 a 80 casi in una settimana. Sindaco contro i negazionisti
Legnano e Altomilanese, 02 Novembre 2020 ore 13:40

Coronoravirus, salgono i contagi in paese. La rabbia del sindaco Daniela Rossi: “C’è chi dice che gli ospedali siano vuoti, parlate con medici e infermieri e portate rispetto per i malati”.

Coronoravirus, boom dei casi

Ben 59 casi in una sola settimana. E’ questa la situazione dei contagi da Covid-19 a San Vittore Olona. A fare il punto è il sindaco Daniela Rossi: “Purtroppo non sono buone notizie, i casi sono sensibilmente aumentati rispetto a lunedì scorso: a oggi abbiamo, infatti, 80 casi di positivi al Covid e 60 casi clinici, ciò vuol dire che ci sono 60 persone che sono state segnalate dal medico di base perchè presentano dei sintomi sospetti e sono in attesa di tampone”.
Rossi si scaglia poi contro i negazionisti, che in questi giorni sono arrivati a mettere in dubbio anche che ospedali e pronto soccorsi siano vuoti: “Vorrei sottolineare alcuni aspetti che non vanno assolutamente trascurati – afferma il primo cittadino – Da varie parti si sentono dichiarazioni riguardanti la situazione degli ospedali e dei pronto soccorso, che dicono che non corrisponde al vero la situazione quasi drammatica dei nostri ospedali: non è così! Chiedetelo ai medici! Chiedetelo agli infermieri! Chiedetelo ai volontari che stanno facendo un sacco di lavoro per assistere le persone che stanno male! Chiedo davvero, per piacere, un po’ di rispetto per quelle persone che hanno il Covid, che stanno male e per i loro familiari. A qualcuno non interessa la propria salute? Bene, ma abbiate rispetto per la vita degli altri, per la salute di chi vi sta vicino. Non serve fare grandi cose, basta cominciare a rispettare le regole fondamentali che ormai sappiamo tutti: distanziamento sociale, lavaggio delle mani, sanificazione delle mani e mascherina. Mascherina che va portata in modo corretto, non portata alternativamente o sopra il naso o sopra la bocca: deve coprire il naso e la bocca, altrimenti vanifica il suo effetto. Chiedo e raccomando quindi davvero tanto senso di responsabilità e tanta attenzione per il bene di tutti”.
In paese vi sono già classi in quarantena.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia