San Vittore Olona

Coronavirus, sindaco: "Auguri di buona Pasqua ma rispettate le regole"

Il primo cittadino Daniela Rossi si rivolge alla popolazione: "Niente pic-nic, nè scampagnate: salviamo vite". E aggiornamenti su Voucher alimentari e sanificazione delle strade

Coronavirus, sindaco: "Auguri di buona Pasqua ma rispettate le regole"
Cronaca Legnano e Altomilanese, 11 Aprile 2020 ore 17:10

Coronavirus: il sindaco di San Vittore Olona Daniela Rossi manda un messaggio di auguri alla popolazione ricordando il rispetto delle misure anti-contagi e ringraziando chi sta aiutando in paese.

Coronavirus, parla il sindaco

Un messaggio del sindaco di San Vittore Olona Daniela Rossi per augurare a tutti i concittadini una buona Pasqua ma anche per ricordare di rispettare le indicazioni per evitare il diffondersi dei contagi: stare a casa ed evitare assembramenti.
"Innanzitutto vorrei ringraziare i sanvittoresi che stanno rispettando le regole e, così facendo, di permetteranno di uscire al più presto da questa situazione - ha esordito Rossi - Un grazie sia ai gruppi consiliari di maggioranza e opposizione coi quali ci si sente e si collabora strettamente; un grazie ai volontari che si sono resi disponibili a portare la spesa e medicine alle persone che ne fanno richiesta ai servizi sociali e grazie anche alla Polizia Locale che sta facendo un lavoro straordinario tutti i giorni, sabato e domenica compresi".
E ancora: "Mi raccomando concittadini, anche in questi giorni di festa mantenete comportamenti di vita corretti. E' vero che la Pasqua apre il cuore e suscita il desiderio di stare coi propri familiari, però occorre fare ancora un sacrificio: celebriamo la Pasqua a casa, non facciamo pic-nic, non facciamo scampagnate, non facciamo assembramenti perchè questo è pericoloso per la nostra salute e quella dei nostri cari. Quindi, davvero, vi prego. Festeggeremo la Pasqua un'altra volta, in maniera più sicura. Per il popolo ebraico la Pasqua significava il passaggio dalla schiavitù dell'Egitto alla libertà, per i cristiani la vittoria con le Resurrezione di Gesù: per noi oggi deve essere un momento di rinnovamento, di guarigione, di speranza affichè i vincoli di oggi possano farci capire presto il valore della libertà e il valore dei valori veri".

Le mascherine

"Vorrei soffermarmi su un tema importante, quello delle mascherine - ha affermato il sindaco nel suo discorso - In questi giorni abbiamo distribuito quelle portateci dalla Protezione civile dalla Regione Lombardia: da noi ne sono arrivate 3200, numero che non basta per portarne una in ogni famiglia avendo in paese 3700 nuclei familiari. Abbiamo quindi deciso di seguire la linea dettata dall'Istituto superiore di sanità ossia di consegnarle alle persone più a rischio ossia a quelle con più di 65 anni: sono quindi state portate a loro e a quelle famiglie che hanno magari un congiunto positivo al virus o che sono in isolamento precauzionale. Riguardo la mascherina voglio ricordare che indossarla non vuole dire poter fare tutto quello che si vuole, la mascherina non è un lasciapassare ma è il simbolo delle precauzioni a cui ci dobbiamo sempre attenere. Quindi, anche se portiamo la mascherina dobbiamo sempre rispettare la distanza di 1 metro (meglio 2) dalle altre persone e uscire il meno possibile (solo in situazioni di estrema necessità come questioni di salute, per fare la spesa e di lavoro se previsto)".

I voucher alimentari

"Si tratta di buoni spesa disponibili per chi ne fa richiesta sui modelli presenti sul sito web del Comune o in municipio - prosegue Rossi -e potranno essere utilizzati nei negozi sanvittoresi che ne hanno dato la disponibilità".

La sanificazione delle strade

"Ats ha sconsigliato l'utilizzo di prodotti aggressivi come l'ipoclorito di sodio perchè sono pericolosi per la falda acquifera ed è quindi sconsigliato usare prodotti di questo tipo. Ne vengono consigliati altri, magari meno efficaci come sanificazioni ma utili per l'igiene. Noi ci siamo allineati alle indicazioni di Ats: entro fine mese faremo due interventi di lavaggio delle nostre strade coi i soliti mezzi di spazzamento che però laveranno le strade con acqua e detergenti atossici opportunamente previsti. Abbiamo scelto questa data perchè, si spera, i contagi siano diminuiti".

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

TORNA ALL'HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE