EMERGENZA COVID-19

Coronavirus, secondo decesso a Rescaldina

Condoglianze da parte dell'Amministrazione, che aggiorna il dato dei contagi e comunica ai cittadini le novità riguardo i buoni spesa. Chiusa la casa dell'acqua.

Coronavirus, secondo decesso a Rescaldina
Cronaca Legnano e Altomilanese, 30 Marzo 2020 ore 21:07

Coronavirus, secondo decesso a Rescaldina. Condoglianze da parte dell'Amministrazione, che aggiorna il dato dei contagi e comunica ai cittadini le novità riguardo i buoni spesa. Chiusa la casa dell'acqua.

Coronavirus, secondo decesso a Rescaldina

È il sindaco di Rescaldina Gilles Ielo a comunicare la triste notizia: "Oggi si sono svolti i funerali del secondo cittadino deceduto a causa del Covid-19. Ho personalmente espresso le condoglianze dell'Amministrazione alla famiglia e in senso più ampio il sentimento e l'affetto raccolto dalla comunità, soprattutto quella di Rescalda. Parlare di funerali è un eufemismo e ringrazio in particolare il figlio, a cui va tutta la mia solidarietà e ammirazione, per l'alto senso civico dimostrato e la grande dignità espressa in un momento così difficile e di forte dolore.
Spero vivamente che questo ulteriore lutto per la nostra comunità sia un monito per chi ancora non ha capito la gravità e le conseguenze del mancato rispetto delle prescrizioni in vigore".

I contagi in paese

"Con quest'ultimo doloroso caso, assente negli elenchi di Ats per la repentina evoluzione degli eventi, il dato dei contagi registrati nel Comune di Rescaldina sale a quota 16 di cui: 5 ricoverati, 7 dimessi, 2 in isolamento domiciliare e 2 decessi.
Molti di più invece i cittadini contattati dai Servizi Sociali che, segnalati dagli organi competenti o in autotutela, hanno adottato un regime di totale isolamento domiciliare e necessitano in molti casi di supporto e assistenza.

Buono spesa

"Come ben noto a molti - continua Ielo - nel fine settimana il Governo ha adottato nuove misure per fronteggiare gli effetti economico-sociali dell'emergenza in corso, stanziando per il Comune di Rescaldina un importo di circa 75mila euro per l'acquisto di generi alimentari e buoni pasto.
Con un testo che ne definisce il perimetro d'azione, da ieri l'Amministrazione e gli uffici stanno valutando le corrette modalità di applicazione, di non semplice attuazione, confrontandosi con gli Enti superiori, i sindaci dell'Altomilanese, le associazioni e i commercianti del territorio per rendere quanto prima efficaci questi provvedimenti.
I nuclei beneficiari non sono ancora individuati, come le modalità che risultano operativamente difficili da organizzare, in considerazione delle prescrizioni oggi vigenti".

Conferimento del verde e casa dell'acqua

"Considerato il volume delle richieste pervenute per il ritiro della frazione del verde, per cui i tempi iniziano ad allungarsi nonostante il potenziamento del servizio da parte dell'operatore, stiamo valutando, come per le richieste riferite al ritiro dei sacchetti con chip, azioni per rispondere alle vostre esigenze rispettando le prescrizioni vigenti.
Inoltre, su richiesta dell'operatore e in linea con quanto adottato da molte Amministrazioni del territorio, in data odierna abbiamo provveduto alla chiusura della casa dell'acqua" conclude il primo cittadino.

Coronavirus

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ZONA

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE