nerviano

Coronavirus, Nms dona le prime 2500 mascherine

Nerviano medical sciences ha donato il primo lotto di dispositivi di protezione al sindaco di Nerviano Massimo Cozzi a favore della comunità

Coronavirus, Nms dona le prime 2500 mascherine
Cronaca Legnano e Altomilanese, 28 Marzo 2020 ore 13:29

Coronavirus: Nms, famoso centro di ricerca oncologica di Nerviano, ha consegnato le prime 2500 mascherine al sindaco Massimo Cozzi per la comunità.

Coronavirus, il regalo di Nms

Un primo lotto di 2.500 mascherine per le persone bisognose. E' quello donato oggi, sabato 28 marzo 2020, da Nms, Nerviano Medical Sciences (noto centro di ricerca oncologico con sede in paese) che ha deciso di tendere la mano alla comunità. Il centro sta infatti lavorando insieme all'investitore cinese Nanjing Hicin Pharmaceutical Co Ltd per procurarsi, attraverso diversi canali, maschere e forniture anti-epidemiche per proteggere dipendenti e comunità. Le prime mascherine sono state consegnate al primo cittadino con l'obiettivo di combattere la diffusione del Coronavirus.
"Il Gruppo Nms ha da decenni le sue radici a Nerviano ed ha sempre avuto attenzione verso la comunità - ha affermato il presidente Andrea Agazzi- In questo campus creiamo molecole salvavita e la comunità di Nerviano ci ha sempre supportato in questo con dedizione. In tempi difficili come questo, lavoreremo ancora più intensamente per proteggere Nerviano. Il nostro team è riuscito a reperire maschere da vari canali e ha assicurato il loro arrivo in Italia. Dopo aver messo in protezione il nostro personale, che deve continuare a produrre trattamenti anticancro per i pazienti, doneremo le altre maschere alle persone bisognose della nostra comunità, contribuendo a frenare la diffusione del Coronavirus. Vorrei esprimere la mia gratitudine ai nostri colleghi e alla comunità di Nerviano per i loro sforzi".
E il sindaco ha aggiunto: "Apprezziamo molto il supporto tempestivo di Nms per i lavoratori pubblici e i residenti che hanno urgente bisogno. Speriamo che questo sia solo l'inizio e che più istituzioni possano dare supporto alla comunità nel prossimo futuro".

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ZONA

TORNA ALL'HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE