San Vittore Olona

Coronavirus, mascherine: l'appello e la richiesta

L'intervento del capogruppo della lista di opposizione Centrodestra Morlacchi Sindaco di San Vittore Olona. Il sindaco: "Chi può aiutarci ci contatti"

Coronavirus, mascherine: l'appello e la richiesta
Cronaca Legnano e Altomilanese, 20 Marzo 2020 ore 12:13

Coronavirus, la richiesta del capogruppo della lista di opposizione Centrodestra Morlacchi Sindaco di San Vittore Olona. Il primo cittadino: "Chi può aiutarci ci contatti".

Coronavirus, parla Morlacchi

Roberto Morlacchi, capogruppo della lista di opposizione Centrodestra Morlacchi Sindaco, interviene nell'emergenza Coronavirus: "Ormai quotidianamente siamo chiamati a guardare in faccia alla dura realtà della pandemia, morti, dolore e solitudine per chi soffre. Di fronte a questo scenario le cautele che ci vengono richieste sono ben poca cosa. Rispettiamole. Sono convinto che la maggioranza degli italiani responsabilmente, a prescindere delle sanzioni, si attenga alle direttive sanitarie impartite dalle autorità. Pensando alle cose che ognuno singolarmente può fare per arginare il contagio penso che ad oggi una falla non è ancora stata arginata , mi riferisco alla reperibilità delle mascherine protettive. Anche oggi sui media tanti, tutti, richiamano all'utilizzo dei presidi volti a proteggere se stessi e gli altri dall'infezione. Giusto. Peccato che io, come ritengo tanti altri, ormai da settimane cerchi di dotarmi di mascherine protettive, ma non ne trovi traccia, niente nelle farmacie, nei supermercati, nulla. I latini avrebbero detto " impossibilia nemo tenetur". M il senso di questa riflessione non è quello di giustificare il mancato utilizzo ma quello di suggerire una soluzione".
La richiesta: "La Regione , la Protezione Civile hanno la possibilità attraverso atti d'imperio di requisire , di convertire stabilimenti produttivi, di distribuire i materiali- afferma Morlacchi - In Veneto si hanno esempi di conversione produttiva così come altrove. Le mascherine devono essere reperite e distribuite. Nelle farmacie la risposta è sempre quella " attendiamo le mascherine che sono ferme in dogana" . Se sia vero io non lo so ma se così fosse occorre sdoganarle.
Prodotte, requisite o sdoganata, soddisfatte in primis le necessità di chi lavora sul campo per la comunità ( tutti gli operatori sanitari, i volontari, gli incaricati di un pubblico servizio) , le mascherine rimanenti dovrebbero essere distribuite a mezzo dei Sindaci in ogni comune, assegnandone un numero congruo ad ogni nucleo famigliare. Questa è la mia proposta, democratica, trasparente, controllabile , capace di porre fine o ridurre a speculazioni economiche immorali. Questo è il momento di unire le forze e di non mollare. Un caro saluto ed un augurio sincero perchè uniti," Tutto andrà bene".".

L'intervento del sindaco: "Chi può ci aiuti"

Riguardo alle mascherine interviene anche il sindaco Daniela Rossi: "Purtroppo la reperibilità di questo presidio è difficilissima e anche il nostro comune si trova nella paradossale situazione di dover chiedere ai cittadini l'utilizzo delle mascherina e non avere la possibilità di fornirle. Confermo che già da 10 giorni abbiamo segnalato alla protezione Civile tramite la Prefettura le nostre necessità ma ancora nulla. Stiamo comunque cercando con ogni mezzo aziende che possano fornircene almeno un quantitativo da consegnare alle situazioni più a rischio. Se qualcuno avesse notizie utili è pregato di segnalarlo a: segreteriasindaco@sanvittoreolona.org. Grazie a tutti e restiamo in casa!".

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ZONA

TORNA ALL'HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE