RESCALDINA

Coronavirus, misure straordinarie sui pagamenti

Ecco i provvedimenti, in merito alle scadenze di imposte, canoni, tributi ed entrate patrimoniali, adottati dal Comune di Rescaldina a favore della cittadinanza.

Coronavirus, misure straordinarie sui pagamenti
Cronaca Legnano e Altomilanese, 06 Aprile 2020 ore 18:31

Coronavirus, misure straordinarie sui pagamenti adottate dal Comune di Rescaldina a favore della cittadinanza.

Coronavirus, misure straordinarie sui pagamenti

L'Amministrazione di Rescaldina ha approvato misure straordinarie, a favore della cittadinanza, in merito alle scadenze di imposte, canoni, tributi ed entrate patrimoniali di esclusiva competenza comunale:

  • Prorogati al 31 maggio 2020 i termini di scadenza relativi agli atti di accertamento esecutivi per imposte, tasse e tributi e sospese fino al 31 maggio 2020 le lavorazioni, da parte dell’Agente della Riscossione, degli atti amministrativi in materia di imposte, tasse, tributi nonché entrate di carattere patrimoniale per procedure sia del coattivo che del pre-coattivo.
  • Differito dal 17 marzo 2020 al 31 maggio 2020 il pagamento delle rate programmate per l'uso degli impianti da parte delle associazioni sportive il cui versamento dovrà essere effettuato, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 30 giugno 2020.
  • Accorpata la seconda rata scadente il 31 marzo 2020 dell’Imposta Comunale di Pubblicità Permanente alla terza rata scadente il 30 giugno 2020.
  • Differita al 16 giugno 2020 la scadenza del canone permanente per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (Cosap). Cosap dei banchi di mercato ricalcolata considerando le limitazioni.
  • Differita al 10 giugno 2020 la scadenza per il pagamento dei servizi a domanda individuale (nido, pre-post scuola, CDD, laboratori occupazionali, SAD) per il periodo gennaio - aprile 2020.
  • Ridotte le rette mensili di frequenza dei servizi a domanda individuale calcolandole in base all’effettiva apertura delle strutture e alla fruizione del servizio.
  • Estesa la validità degli Isee consegnati all’area Servizi alla persona nel corso dell’anno 2019 e scaduti il 15 gennaio 2020 per gli utenti impossibilitati a fornire Isee aggiornato a causa della chiusura dei Caf.
  • Applicazione della tariffa minima a tutti i nuovi utenti fruitori dei servizi a domanda individuale in area servizi sociali che, nel periodo dell'emergenza Covid-19, non riescono a fornire Isee, con conguaglio successivo.
  • Garantita l'erogazione di contributi economici urgenti ai cittadini in difficoltà pur in assenza di Isee in corso di validità, con successiva valutazione delle condizioni di accesso.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ZONA

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE