Il contagio alla Santa Caterina

Coronavirus: due decessi e 17 positivi alla Residenza di Settimo

Il contagio da Coronavirus entra nella Residenza Santa Caterina per anziani e disabili di Settimo Milanese: due decessi e altri diciassette casi positivi. La nota del direttore e del sindaco

Coronavirus: due decessi e 17 positivi alla Residenza di Settimo
Cronaca Rhodense, 26 Marzo 2020 ore 13:01

Il contagio da Coronavirus entra nella Residenza Santa Caterina per anziani e disabili di Settimo Milanese: due decessi e altri diciassette casi positivi. La nota del direttore e del sindaco.

Coronavirus: due decessi e 17 positivi alla Residenza di Settimo

Quello che era solo un timore nei giorni scorsi ha oggi avuto conferma: il contagio da Coronavirus è entrato nella residenza Santa Caterina di Settimo Milanese, che fornisce ospitalità e sostegno ad anziani e disabili tramite quattro nuclei Rsd e tre nuclei Rsa. E si registrano due decessi e altri diciassette contagiati. I dettagli sono stati forniti questa mattina con una nota congiunta da parte del sindaco Sara Santagostino e del direttore Marco Arosio. Queste le loro parole:

"A partire da domenica 15 marzo è stato registrato, all'interno della sede di Sacra Famiglia di Settimo Milanese, un repentino aumento di casi di febbre sospetta tra gli ospiti di un nucleo residenziale. La Direzione si è immediatamente attivata, mettendosi in contatto con la competente ATS, per isolare il nucleo e adottare le misure di protezione necessarie in questi casi. Si precisa che, in ottemperanza ai decreti ministeriali e regionali, la sede di Settimo aveva limitato gli accessi in struttura da parte di familiari e volontari già da domenica 24 febbraio.

Il 20 marzo ci è stato comunicato il primo risultato positivo di un tampone effettuato in ospedale su un'ospite; analogo risultato hanno dato altri due tamponi effettuati il 24 marzo su altri due ospiti. Nei giorni seguenti si sono purtroppo verificati due decessi di due persone disabili (rispettivamente di 60 e 78 anni), una in struttura con sintomatologia di crisi respiratoria e una in ospedale; per quest'ultima la positività è stata accertata con tampone.

Nella giornata del 24 marzo si è provveduto a sottoporre a tampone in sede altri 17 ospiti: 16 sono risultati positivi. In queste ore si sta provvedendo a porre in isolamento i contagiati in specifici due nuclei Covid-19. A tutto il personale sono già stati forniti, come del resto nei giorni scorsi, tutti i dispositivi di protezione personale previsti in questi casi. A oggi gli ospiti del nucleo interessato sono in buone condizioni generali; alcuni presentano sintomi febbrili non preoccupanti, altri sono completamente asintomatici. L’evolversi della situazione viene costantemente monitorata da tutto il personale sanitario e i familiari vengono regolarmente informati sull’evolversi della situazione.

«Sentiamo la necessità e il dovere di ringraziare tutti gli operatori che lavorano presso la nostra residenza», dichiara il Direttore Marco Arosio, «che con grande senso di responsabilità e dedizione stanno facendo tutto il possibile per fronteggiare la situazione e continuare a prendersi cura delle persone a noi affidate». La sede di Sacra Famiglia di Settimo Milanese ospita in totale 140 persone in regime residenziale, di cui 80 in RSD e 60 in RSA.

A seguito degli avvenimenti purtroppo intercorsi è stata nostra cura informare l’Amministrazione Comunale sia rispetto all’attività messa in opera, sia allo stato di salute dei pazienti. In maniera congiunta ognuno per le proprie competenze continueremo a lavorare insieme, tenendo monitorata la situazione e collaborando laddove possibile, continuando a tenere informata la cittadinanza."

La sede di Sacra Famiglia di Settimo ospita in totale 140 persone in regime residenziale, di cui 80 in Rsd e 60 in Rsa. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE