Gli anticorpi nel sangue rivelano la positività

Coronavirus, a Cisliano partono i test sierologici privati VIDEO

Coronavirus, il Comune di Cisliano avvia i prelievi per i test sierologici: 45 euro per scoprire se si sono sviluppati gli anticorpi al Covid e dunque se si è stati contagiati. L'esempio di Robbio

Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 14 Aprile 2020 ore 08:41

Coronavirus, il Comune di Cisliano avvia i prelievi per i test sierologici: 45 euro per scoprire se si sono sviluppati gli anticorpi al Covid e dunque se si è stati contagiati. L'esempio di Robbio.

Coronavirus, a Cisliano partono i test sierologici privati

Iniziano oggi i prelievi per l'effettuazione del test sierologico sul Coronavirus a Cisliano. L'Amministrazione guidata da Luca Durè segue l'esempio del Comune di Robbio e intraprende una iniziativa autonoma di verifica si eventuali casi di positività sul territorio comunale.

Il prelievo eseguito da Onilab avviene nella palestra di via Papa Giovanni XXIII, il sangue sarà poi inviato in un laboratorio privato di Napoli che invierà a chi vi si è sottoposto i risultati nel giro di cinque giorni. Il costo è di 45 euro a cittadino e a quanto pare sono già centinaia le persone che hanno fatto domanda. Il Comune ha scelto di dare priorità ai dipendenti comunali e volontari, poi ai residenti. Quindi a tutti gli interessati. Il test consente di verificare la presenza di anticorpi nel proprio sangue e quindi se si è o si è stati positivi al Coronavirus, anche se in forma asintomatica. I risultati saranno poi anche comunicati all’università di Genova e al Cnr perchè li possano analizzare e studiare.

Chi fosse interessato a prenotare il proprio test può inviare una mail a covidcisliano@gmail.com indicando il proprio nome, cognome e numero di telefono.

A Robbio alla fine di settimana scorsa il numero di test eseguiti era giunto a circa 2mila. Dai risultati relativi ai primi mille test, si è scoperto che 140 persone avevano sviluppato anticorpi al Covid. Mentre i dati ufficiali parlavano di appena 16 positivi al virus. L'85 per cento delle persone con anticorpi aveva contratto il virus in modo asintomatico o con sintomi lievi.

Gli altri sindaci del distretto dell'Abbiatense hanno tuttavia contestato la scelta dell'Amministrazione cislianese diffondendo una nota in cui precisano che il test al momento non ha riconoscimento ufficiale da parte di Regione, diversamente da quelli che saranno avviati solo dal 21 aprile. QUI la nota

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE