RESCALDINA

Coronavirus, 77 casi, 3 classi in quarantena e 24 positivi nella Rsa

Il sindaco Gilles Ielo lancia un appello: "Limitate al minimo gli spostamenti e le attività. Evitate gli assembramenti ai cimiteri".

Coronavirus, 77 casi, 3 classi in quarantena e 24 positivi nella Rsa
Legnano e Altomilanese, 30 Ottobre 2020 ore 18:44

Coronavirus, 77 casi, 3 classi in quarantena e 24 positivi nella Rsa Colleoni. Il sindaco Gilles Ielo lancia un appello: “Limitate al minimo gli spostamenti e le attività. Evitate gli assembramenti ai cimiteri”.

Coronavirus, 77 casi, 3 classi in quarantena e 24 positivi nella Rsa Colleoni

Il sindaco di Rescaldina Gilles Ielo fa il punto della situazione sanitaria: “La crescita esponenziale dei contagi registrata nelle ultime settimane a livello nazionale e internazionale non risparmia certo Rescaldina; risultano infatti più che triplicati i casi, arrivati a un totale di 77 persone positive, con conseguente aumento del numero di cittadini coinvolti dall’isolamento fiduciario, ormai più di 180. L’abbassamento ed estensione della fascia d’età delle persone coinvolte (media 44 anni) è l’elemento che probabilmente contribuisce ad avere meno ricoveri (2); elemento che, rispetto la situazione vissuta nella scorsa primavera e collegato anche alle condizioni di salute generali dei cittadini coinvolti, sono gli unici aspetti positivi di questo complicato momento, in considerazione soprattutto delle notizie che giornalmente giungono dagli ospedali del territorio.
Un aspetto incoraggiante, ma solo in riferimento al contesto generale dell’Alto Milanese, è il numero di classi coinvolte dalla quarantena, 3 negli istituti di scuola primaria, che si contrappone però alle forti preoccupazioni scaturite invece da altre situazioni ben più complesse. In Comune molte le defezioni tra il personale, così come in alcune aziende fornitrici dei servizi, conseguenza di isolamenti domiciliari precauzionali adottati al manifestarsi di sintomi influenzali e/o per il rispetto dei protocolli vigenti previsti in caso di contatto stretto e per quarantene fiduciarie di conviventi”.

Rsa Fondazione Colleoni

“Molto delicata anche la situazione nella Rsa Colleoni dove, dopo il decesso avvenuto nei giorni scorsi, per cui esprimiamo grande cordoglio e vicinanza ai parenti, tra i 60 ospiti presenti nella struttura, su 26 tamponi nasofaringei effettuati sono risultati 24 positivi e 2 negativi – continua Ielo – Sul totale dei positivi fortunatamente sono molti gli asintomatici e lievi i sintomi manifestati dagli altri a cui è riservata rigorosamente la massima attenzione per le indubbie condizioni di fragilità; l’intera struttura è stata posta in isolamento e, in questi giorni, i controlli saranno estesi a tutti gli altri ospiti e agli operatori sanitari.
In continuo contatto con i responsabili della struttura e informata Ats della situazione, siamo certi di come gli operatori abbiano sempre adottato i protocolli di sicurezza previsti, osservando le indicazioni ministeriali e le misure sanitarie e di gestione degli accessi alla struttura che nella prima fase dell’emergenza avevano preservato gli ospiti e confidiamo consentiranno quindi di superare anche questo difficile e delicato momento”.

L’appello del sindaco

“Nella speranza si possa registrare un rallentamento della diffusione del virus e in attesa di capire quali saranno le decisioni del Governo in caso contrario, facciamo appello a tutti i cittadini di limitare al minimo gli spostamenti e le attività a quelli strettamente necessari.
Chiediamo, in questi giorni di commemorazione dei defunti, di adottare un atteggiamento quanto più cauto, evitando di creare assembramenti e recandosi presso i cimiteri cittadini il tempo necessario a rendere omaggio ai propri cari e di esprimere il più alto senso di responsabilità verso la collettività, mettendo in atto quei piccoli gesti, come l’utilizzo della mascherina, la pulizia delle mani e il distanziamento interpersonale, che potranno consentire il sereno svolgimento della ricorrenza, senza creare situazioni di rischio.
Per superare questo complesso e triste momento, dobbiamo fare qualche sforzo, stare sempre attenti e renderci conto che solo una comunità unita può oltrepassare le avversità, per questo confidiamo nell’alto senso civico, sempre dimostrato dai cittadini di Rescalda e Rescaldina“.

 

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia