Cronaca

Controlli a tappeto al parco: bloccati cinque giovani

Dopo diverse segnalazioni giunte al Commissariato della Polizia di Stato di Rho Pero, sabato pomeriggio è scattato il blitz nel parco di Rho.

Controlli a tappeto al parco: bloccati cinque giovani
Cronaca Rhodense, 15 Gennaio 2018 ore 18:17

Controlli a tappeto sabato 13 gennaio scorso a Rho nel parco di Via Fosse Ardeatine.

Controlli al parco di Rho

Dopo diverse segnalazioni giunte al Commissariato della Polizia di Stato di Rho Pero, sabato pomeriggio, 13 gennaio, è scattato il blitz nel parco di Via Fosse Ardeatine a Rho.Un gruppetto di ragazzi, per lo più minori, si era riunito come di consueto per spacciare stupefacenti, non curanti della presenza di persone tra cui anziani e bambini.

Cinque giovani bloccati

I militari hanno bloccato cinque giovani, di cui tre minori. D.M. di anni18; C.R. di anni 18; S.M. di anni 15; P.G. di
anni 17 ed L.S. di anni 16, sono tutti cittadini italiani abitanti a Rho.  Alla vista dei Poliziotti i ragazzi hanno lanciato alcuni sacchetti di cellophan contenenti confezioni monodose di marijuana per sbarazzarsene. Sono stati tutti bloccati e perquisiti sul posto.

Le perquisizioni

Durante le perquisizione i giovani sono stati trovati in possesso  di diversi involucri contenenti dosi monouso di marijuana pronte per essere vendute al dettaglio. Addosso ad uno dei due maggiorenni i poliziotti hanno trovato e sequestrato un coltello a serramanico di genere proibito. L'altro maggiorenne era in possesso di  alcune confezione monouso di marijuana pronte alla vendita nonché banconote di vario taglio frutto della vendita dello stupefacente. Sono state fatte anche perquisizioni locali nelle abitazioni dei giovani dove hanno trovato altre sostanze stupefacenti e materiale e utilizzato per il
confezionamento di queste.

L'arresto

Al termine delle operazioni i tre minori sono stati indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due maggiorenni indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale
Ordinario per il medesimo reato. Uno dei maggiorenni indagato anche per possesso del coltello a serramanico.
I minori al termine delle attività in Commissariato sono stati affidati ai rispettivi genitori.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter