Il comitato: "Aiutateci a salvare i bimbi di Chernobyl"

Il Comitato accoglienza di Cerro e San Vittore Olona cerca nuove famiglie.

Il comitato: "Aiutateci a salvare i bimbi di Chernobyl"
Legnano e Altomilanese, 22 Dicembre 2017 ore 15:47

Torna l'accoglienza dei piccoli di Chernobyl.

Il comitato cerca nuove famiglie per i bimbi di Chernobyl

Tendere la mano ai bimbi di Chernobyl. Come? Ospitandoli per cinque settimane. Il Comitato accoglienza bambini di Chernobyl di Cerro Maggiore, Cantalupo e San Vittore Olona cerca nuove famiglie che vogliano accogliere i piccoli. Grazie a questa "vacanza terapeutica", i minori ucraini riescono a espellere gran parte delle sostanze nocive presenti nel loro organismo a causa del disastro nuclerare del 1986.
"Anche questa estate - spiega il comitato - abbiamo accolto 22 bambini e ragazzi ucraini con loro accompagnatrice, provenienti dalla regione di Chernigov per poter vivere ancora il loro periodo di risanameno e ridurre le conseguenze di cui ancora oggi soffrono. Per 17 di loro è stato un atteso ritorno in Italia, per Polina, Anatoliy, Anhelina, Nazar e Sofiia si è trattato dell'inizio di una nuova ed entusiasmante avventura italiana: l'accoglienza della famiglia ospitante. I piccoli ospiti, ogni anno, partecipano all'oratorio di S.Vittore Olona con le gite, piscina, corso di italiana, giochi e iniziative con i coetanei, poi il soggiorno al mare. E, inoltre, gli appuntamenti fissi: la Festa di benvenuto, la Cinque Mulini Summer Night, la Giornata per l'Ucraina.

L'eredità del disastro e la speranza

La catastrofe nucleare si fa ancora sentire. I membri del comitato la conoscono bene. Nel mese di agosto sono tornati in quelle terre per far visita ai bimbi che ospitano in estate. "Sono stati giorni intensi dal punto di vista fisico ma soprattutto emotivo - raccontano dal comitato -. Forte l'impatto con la realtà in cui vivono quotidianamente i ragazzi che ospitiamo. Abbiamo avuto anche la fortuna di incontrare alcuni ex bambini che, a loro volta, sono già genitori e altri che lo saranno a breve. E questo ci ha dato un'ulteriore conferma che questo tipo di accoglienza costituisce veramente, per tutti loro, una speranza di vita in più. E' questa certezza che ci motiva a continuare l'esperienza di accogliere e ospitare e di rivolgere ad altre famiglie l'invito a lasciarsi coinvolgere in questa avventura di solidarietà e volontariato".

L'esperienza di chi ha accolto

Sara, Mirko e Filippo questa estate hanno aperto le porte della loro casa a un bimbo ucraino: "Quest'anno la nostra famiglia si è allargata, anche se fisicamente solo per 5 settiane, col cuore ancora oggi. Nazar è entrato nella vostra vita e ne siamo felici! Quando lui era qui, in tanti mi avevano detto che avrebbero voluto ospitare anche loro uno di questi fantastici ragazzi. Adesso è il momento! Chi fosse interessato, ci trova a braccia aperta. Tanti bambini vi aspettano".  Dall'Ucraina la mamma di Nazar fa sapere: "Grazie di tutto, siete nelle nostre vite, in quella di mio figlio!".

I contatti

Chi volesse provare l'esperienza dell'accoglienza può contattare il presidente Marita Maggioni al 338.5000685 oppure inviare una e-mail a mari21magg@libero.it  o visitare il sito www.cerrochernobyl.com oppure la pagina facebook Comitato Chernobyl