Menu
Cerca
nel milanese

Cocaina, armi e munizioni nascosti nelle cassette di sicurezza

Quattro perosne in manette: due sono coloro che hanno nascosto il tutto, gli altri sono coloro che avevano le chiavi

Cocaina, armi e munizioni nascosti nelle cassette di sicurezza
Cronaca 18 Maggio 2020 ore 10:21

Sette etti di cocaina, armi e munizioni nascoste da due persone nelle cassette di sicurezza di cui altre due hanno le chiavi: 4 arresti della Polizia di Stato a Milano.

Cocaina, armi e munizioni nascosti nelle cassette di sicurezza

Sabato 16 maggio, la Polizia di Stato ha arrestato a Milano quattro persone, tre uomini di 23, 33, 38 anni e una donna di 60 anni, ritenuti responsabili a vario titolo di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzioni di armi da sparo e detenzione di munizionamento. L’attività investigativa, condotta dai poliziotti del Commissariato Scalo Romana, ha permesso di risalire ad un gruppo criminale che operava nella zona del Comune di Rozzano, costituito principalmente dai due italiani di 23 e 33 anni che gestivano lo spaccio di cocaina e si avvalevano della collaborazione della donna e del 38enne per il confezionamento e la custodia dello stupefacente.

Le perquisizioni

Durante le perquisizioni il 23enne e il 33enne sono stati trovati, entrambi, in possesso di due chiavi riconducibili a due cassette di sicurezza custodite nell’abitazione della donna 60enne a Rozzano e nel magazzino di vernici di proprietà dell’uomo di 38 anni a Zibido San Giacomo. All’interno delle due cassette gli agenti hanno rinvenuto circa 700 grammi di cocaina, una pistola semiautomatica risultata rubata e 27 proiettili calibro 9 mm. Le quattro persone sono state arrestate. I due italiani di 23 e 33 anni sono stati associati al carcere di San Vittore, mentre per la donna di 60 anni e per il 38enne sono stati disposti gli arresti domiciliari.

TORNA ALLA HOME