Il 59enne sconfitto dalla leucemia

Cisliano, Libera Masseria piange la scomparsa di Saluzzo

Colpisce anche Cisliano la scomparsa di Davide Saluzzo, fondatore de La Barriera e anima della Libera Masseria. Stroncato da leucemia a 59 anni

Cisliano, Libera Masseria piange la scomparsa di Saluzzo
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 13 Marzo 2020 ore 16:15

Colpisce anche Cisliano la scomparsa di Davide Saluzzo, fondatore de La Barriera e anima della Libera Masseria. Stroncato da leucemia a 59 anni

La Masseria di Cisliano piange la scomparsa di Saluzzo

Colpisce anche Cisliano la scomparsa di Davide Saluzzo, 59enne di Vigevano vinto da leucemia fulminante. Già referente regionale di Libera, negli ultimi anni si era impegnato a fondo con la sua associazione La Barriera per dare nuova vita alla Masseria di Cisliano, bene confiscato al clan Valle. Qui negli ultimi anni si sono svolte molteplici attività incentrate sulla legalità e campi di lavoro estivi che hanno coinvolto centinaia di giovani. Queste le parole affidate ai social da Libera Masseria:

“Non avremmo mai pensato né voluto scrivere queste righe ma purtroppo il destino oggi ha deciso per noi.. ha deciso di portarci via una persona che é stata e sarà sempre una colonna portante per la masseria e per tutti noi... Stamattina ci ha lasciato Davide Salluzzo, amministratore delegato della Barriera e da sempre anima della Masseria.. È stato lui il primo a credere in questo progetto, in questa utopia chiamata Libera Masseria.. è stato anche grazie alla sua guida, al suo supporto, al suo coraggio e al suo impegno che la Masseria é potuta diventare quello che é oggi: non solo un bene confiscato alla mafia, ma un vero bene comune.. una seconda casa per molti di noi. Grazie Davide, non ci dimenticheremo mai di te e di quello che hai fatto per noi tutti e per l’antimafia sociale! Sei e sarai sempre un esempio da seguire e noi tutti cercheremo di prendere i tuoi insegnamenti per continuare nella nostra lotta, sempre con te al nostro fianco. Sentite condoglianze da parte di tutti noi alla famiglia e sopratutto al figlio Edoardo, da sempre nostro volontario”