Ciao Michele, sempre sorridente e disponibile con tutti

Il 40enne, molto conosciuto e apprezzato, lavorava all’ospedale di piazzale Borella.

Ciao Michele, sempre sorridente e disponibile con tutti
Cronaca 08 Aprile 2018 ore 10:00

Ciao Michele stroncato dalla malattina in soli tre mesi.

Ciao Michele scomparso a 40 anni

La malattia l’ha strappato ai suoi cari in soli tre mesi. Michele Pesante è scomparso sabato scorso a 40 anni. Accanto a lui in tutto questo periodo ci sono sempre stati i genitori, la mamma Teresa e il papà Roberto che lo hanno accudito e sostenuto, e anche le tre sorelle, Anna, Maria e Giusi. “Mio fratello era un piccolo grande uomo - ha ricordato la Anna - Era impossibile non volergli bene e in questi mesi ci siamo accorti e stupiti di quante persone gli fossero accanto. Per tutto il periodo della malattia sono state tantissime le dimostrazioni di affetto, tanto che a un certo punto siamo stati costretti a limitare il flusso di persone che lo andavano a trovare in ospedale. Un affetto che ci ha commosso e al tempo stesso stupito. Era un uomo mite e tranquillo, amava il suo lavoro e la sua famiglia, residente in via Rossini nel quartiere Prealpi. Era il “piccolo di casa”».

Il ricordo della collega

Michele Pesante era apprezzato e stimato anche sul posto di lavoro, all’ospedale di Saronno, dove lavorava da molti anni nello staff dell’impresa di pulizie che si occupa della logistica. «Quando sono arrivata lui era già qui. Io e Michele ci conoscevamo da 15 anni e per me ormai era uno di famiglia, un fratello, una persona a cui era impossibile non voler bene», racconta Linda Alberti, responsabile dell’impresa di pulizie.