Cronaca

«Ci hanno rubato valori affettivi e le lenzuola della nonna»

A Fagnano Olona escalation di furti in appartamento in questi giorni. Ecco una testimonianza

«Ci hanno rubato valori affettivi e le lenzuola della nonna»
Cronaca Saronno, 03 Marzo 2019 ore 10:30

«Ci hanno rubato valori affettivi e le lenzuola ricamate della nonna»

Furto, testimonianza

La casa messa sottosopra

Hanno rubato gioielli e anelli di valore affettivo, hanno messo sottosopra tutta la casa, se ne sono andati dalla finestra portandosi via anche due profumi di marca presi dal bagno e pure le lenzuola ricamate regalate dalla nonna. I ladri, tornati a colpire in paese con allarmante frequenza nei giorni scorsi, hanno preso di mira anche un appartamento al piano terra al civico 42 di via Beato Angelico, lasciando un disastro nell’abitazione.

I ladri erano appena scappati

Questa la testimonianza di Laura Lomazzi, che vive con la madre e che al rientro a casa verso le 20.10 ha scoperto che i ladri erano appena scappati: «Entrando in casa ho notato alcune fotografie sparse per il divano, ma ho pensato fossero cadute dalla mensola sopra. Poi all'improvviso il mio cane ha iniziato ad abbaiare dirigendosi verso la camera da letto, mi sono affacciata per vedere cosa lo avesse scatenato e quello è stato il momento in cui ho capito che i ladri erano stati a casa nostra e che se la sono data a gambe proprio nel momento in cui io sono rientrata».

Scena desolante: tutto buttato a terra

Desolante la scena: «Tutti i cassetti tirati fuori, oggetti ovunque tanto che si faticava a camminare, oggetti sparsi sul letto e armadi svuotati, con i vestiti buttati a terra e la finestra spalancata. Mia madre ha subito provato a cercare la scatola dei suoi anelli e gioielli in oro, non tantissimi, ma pur sempre ricordi importanti: spariti. Ho chiamato i carabinieri e avvisato un amico di famiglia che è venuto a darci supporto morale. Poi mi sono accorta che dal bagno mancavano il mio profumo di Chanel, che il mio ragazzo mi ha regalato a Natale, e il profumo di Cartier. Si son portati via pure le lenzuola ricamate che ci sono state regalate da mia nonna».

"Forse erano già stati qui fuori una notte"

I ladri, che si sono introdotti nell’appartamento sollevando a forza la tapparella della cucina, una volta dentro hanno girato verso il muro la telecamera installata nel corridoio e dopo aver cercato le cose di valore sono scappati dalla finestra della camera, agendo in pochi minuti. «Pensiamo che ci abbiamo studiate e aggiungo pure un dettaglio inquietante. Una notte di gennaio, verso le due, un'ombra si è avvicinata alla finestra della camera da letto e il mio cane si è avventato subito abbaiando, mettendo in fuga di questa persona. Abbiamo temuto fosse un malintenzionato e alla luce dei fatti lo era, magari preparava il furto». Che ha messo in forte ansia le due donne: «La mattina dopo mi è sembrato di essere nella casa di un estraneo. Mia madre invece si è sentita subito male, piangeva e aveva lo sguardo spento. Non è stato tanto l'averci portato via qualcosa di valore, ma l’avere invaso la nostra privacy mettendo le mani ovunque. E in una casa popolare, dove non vivono famiglie abbienti. Ripensando a ciò che è successo mi viene solo da essere molto arrabbiata e auguro veramente a chi ci ha fatto questo di spendere tutti i soldi in farmaci».

 

per le altre notizie https://primamilanoovest.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter