coronavirus

Chiusi parchi, giardini e aree verdi a Novate Milanese

Le parole del sindaco Daniela Maldini

Cronaca Bollatese, 20 Marzo 2020 ore 14:55

Il Comune di Novate Milanese, con l’ordinanza n.9/2020 emessa oggi, venerdì 20 marzo, ha deciso di chiudere i parchi, i giardini e le aree verdi dell’intero territorio comunale come misura di contrasto alla diffusione del virus Covid-19.

 

Il provvedimento, firmato dal sindaco, Daniela Maldini, prevede la chiusura immediata dei parchi e giardini pubblici recintati con accesso consentito ai soli mezzi di servizio autorizzati, il divieto di accesso a parchi, giardini ed aree verdi pubbliche e/o private ad uso pubblico non recintate con possibilità di solo transito pedonale e il divieto di utilizzo delle aree attrezzate a gioco ludico/sportive situate all’interno. E’ possibile accedere alle aree cani, il cui utilizzo è consentito ad un massimo di tre persone alla volta per 10 minuti ciascuna e a condizione che i cittadini utilizzino quelle più vicine alla loro abitazione. I parchi e le aree verdi in cui è consentito il solo transito, è consentito condurre il proprio cane unicamente per accedere alle aree appositamente dedicate ai quattro zampe il cui utilizzo è consentito ad un massimo di tre persone alla volta per 10 minuti ciascuno e a condizione che i cittadini utilizzino le aree cani più vicine alla loro abitazione.
L’ordinanza, inoltre, vieta lo stazionamento in tutti i luoghi pubblici e privati ad uso pubblico comprese le piste ciclabili, ad eccezione delle aree poste in vicinanza degli esercizi commerciali la cui attività è consentita ai sensi del DPCM dello scorso 11 marzo, sempre con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza non inferiore a un metro. Divieto di stazionamento anche sulle panchine collocate in tutto il territorio novatese.

Le sanzioni

Il mancato rispetto degli obblighi imposti costituisce un reato penale ai sensi dell’articolo 650 del codice penale come previsto dal Decreto Legge numero 6 del 23 febbraio 2020.

Il sindaco

“Con questo provvedimento intendiamo contrastare e contenere la diffusione del virus che sta assumendo un’evoluzione preoccupante – commenta il sindaco, Daniela Maldini, aggiungendo – ancora troppe persone non sono consapevoli dell’emergenza in atto. Mi appello nuovamente ad un comportamento di responsabilità civica a tutela delle fasce più fragili dei nostri cittadini. Solo con il contributo di ognuno di noi possiamo evitare che i numeri assumano proporzioni ancora più rilevanti. Non dobbiamo cedere”.

TORNA ALLA HOME