Cerca di drogarla e violentarla: arrestato

E' successo a Canegrate. L'uomo le ha poi strappato i vestiti mentre scappava. Arrestato dalla Polizia di Stato.

Cerca di drogarla e violentarla: arrestato
Cronaca Legnano e Altomilanese, 27 Novembre 2018 ore 17:45

Cerca di drogarla e violentarla: è successo a Canegrate.

Cerca di drogarla e violentarla, preso dai poliziotti

Dopo aver trascorso la serata con lei, l'ha portata in auto in una zona appartata. A Canegrate. L'ha indotta a bere alcol e assumere cocaina. La ragazza resosi conto di quello che stava per accadere ha cercato la fuga. Lui l'ha bloccata, le ha strappato i vestiti. La giovane è riuscita a scappare.

L'accaduto

Il fatto è successo nella notte tra il 19 e 20 novembre. I due avevano trascorso la serata insieme. Poi l'uomo, giovane marocchino, l'aveva invitata a salire a bordo della sua vettura. La giovane, dell'El Salvador, si è seduta sul lato passeggero. Lui, al volante, l'ha condotta fino in una zona di Canegrate lontana da occhi indiscreti. E qui ha cercato di mettere in atto il suo piano: ha cercato di farle bere alcolici e prendere droga. La giovane ha cercato di darsi alla fuga, scendendo dall'auto con una scusa. Ma l'uomo l'ha raggiunta e bloccata. Le ha strappato i vestiti, procurandole delle ferite al capo. La donna è riuscita a divincolarsi e fuggire.
A notarla sono stati due passanti che l'hanno soccorsa e portata al commissariato della Polizia di Stato di Legnano. Lei era in stato di semicoscienza.

L'azione della Polizia

Gli agenti legnanesi l'hanno accompagnata in ospedale, poi dalle ricerche effettuate hanno identificato l'aggressore e dove abitava. Le indagini sono proseguite a ritmo serrato, sono stati trovati i necessari riscontri ai fini delle determinazioni dell'Autorità giudiziaria.

La perquisizione e le analisi

I poliziotti sono andati a dare un'occhiata nell'abitazione dell'aggressore: lui era presente e trovato in possesso di sostanza stupefacente e quindi segnalato all'autorità prefettizia. Ulteriori accertamenti dell'ospedale Mangiagalli di Milano hanno permesso di tracciare un quadro clinico coerente con le dichiarazioni della vittima, già soggetta a prognosi per le cure effettuate all'ospedale di Legnano per le tumefazioni riportare durante l'aggressione.
Visti gli elementi acquisiti, il pm chiedeva l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, decisa dal Gip oggi. Nel pomeriggio di oggi l'uomo è stato rintracciato e arrestato per tentata violenza sessuale e lesioni personali.

Torna all'home page di Settegiorni per le altre notizie