Cronaca

Castano Primo - Trovata morta in casa dopo mesi, ecco chi era: indagini aperte

Castano Primo - Trovata morta in casa dopo mesi, ecco chi era: indagini aperte
Cronaca 17 Giugno 2017 ore 20:24

CASTANO PRIMO - Macabro ritrovamento in via Gemona 5 a Castano Primo. Una donna, S.B. di 47 anni originaria di Turbigo ma residente da tempo a Castano Primo, è stata rinvenuta morta e in avanzato stato di decomposizione nel pomeriggio di venerdì 16 giugno.
Ad allertare la Polizia locale una vicina di casa che da tempo si era preoccupata per la sparizione della 47enne, e che aveva già avvertito gli agenti sottolineando di non vedere più la donna da almeno ottobre scorso. "Le lettere in posta continuavano ad accumularsi e nessuno le ritirava. Non la vedevo e sentivo più, così ho deciso di avvisare la Polizia locale" ci ha dichiarato. Oltre all'accumulo di posta, i gestori di forniture energetiche avevano da tempo tolto luce e gas all'appartamento per il mancato pagamento delle bollette.
I vigili hanno così deciso di intervenire e, insieme ai Carabinieri e ai Vigili del Fuoco, sono riusciti ad entrare nell'abitazione di via Gemona, ritrovando il corpo della donna nel bagno, il cui corpo - essendo morta da circa quatro mesi - risultava essere in un avanzato stato di decomposizione ed era quai mummificato.
A identificare il corpo è stata proprio la vicina di casa che aveva avvertito le forze dell'ordine.
S.B., stando alle prime informazioni, risultava essere figlia unica e senza più genitori. Eppure nessuno, a parte la solerte vicina, non si è mai chiesto che fine potesse aver fatto.
Sul posto, venerdì pomeriggio, anche il magistrato che è competente delle indagini per stabilire le cause della morte. Nelle prossime ore verrà disposta l'autopsia.

AMPIO SERVIZIO CON INTERVISTE SUL NUMERO IN EDICOLA VENERDI' 23 GIUGNO