Castano Primo – Trovata morta in casa dopo mesi, ecco chi era: indagini aperte

Castano Primo – Trovata morta in casa dopo mesi, ecco chi era: indagini aperte
17 Giugno 2017 ore 20:24

CASTANO PRIMO – Macabro ritrovamento in via Gemona 5 a Castano Primo. Una donna, S.B. di 47 anni originaria di Turbigo ma residente da tempo a Castano Primo, è stata rinvenuta morta e in avanzato stato di decomposizione nel pomeriggio di venerdì 16 giugno.
Ad allertare la Polizia locale una vicina di casa che da tempo si era preoccupata per la sparizione della 47enne, e che aveva già avvertito gli agenti sottolineando di non vedere più la donna da almeno ottobre scorso. “Le lettere in posta continuavano ad accumularsi e nessuno le ritirava. Non la vedevo e sentivo più, così ho deciso di avvisare la Polizia locale” ci ha dichiarato. Oltre all’accumulo di posta, i gestori di forniture energetiche avevano da tempo tolto luce e gas all’appartamento per il mancato pagamento delle bollette.
I vigili hanno così deciso di intervenire e, insieme ai Carabinieri e ai Vigili del Fuoco, sono riusciti ad entrare nell’abitazione di via Gemona, ritrovando il corpo della donna nel bagno, il cui corpo – essendo morta da circa quatro mesi – risultava essere in un avanzato stato di decomposizione ed era quai mummificato.
A identificare il corpo è stata proprio la vicina di casa che aveva avvertito le forze dell’ordine.
S.B., stando alle prime informazioni, risultava essere figlia unica e senza più genitori. Eppure nessuno, a parte la solerte vicina, non si è mai chiesto che fine potesse aver fatto.
Sul posto, venerdì pomeriggio, anche il magistrato che è competente delle indagini per stabilire le cause della morte. Nelle prossime ore verrà disposta l’autopsia.

AMPIO SERVIZIO CON INTERVISTE SUL NUMERO IN EDICOLA VENERDI’ 23 GIUGNO


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia