Menu
Cerca

Castano Primo, il Comune ferma i pagamenti a Ferrovie Nord: ecco perché

L'Amministrazione decide di fermare il pagamento a Ferrovie Nord di circa 300mila euo per le opere relative a via Lonate. Il sindaco spiega il motivo.

Castano Primo, il Comune ferma i pagamenti a Ferrovie Nord: ecco perché
Legnano e Altomilanese, 27 Febbraio 2019 ore 14:53

Castano Primo, il sindaco Giuseppe Pignatiello, nella mattinata di oggi - mercoledì 27 febbraio 2019 - spiega il motivo per cui il Comune ha deciso di fermare circa 300mila euro che sarebbero dovuti andare a Ferrovie Nord.

Castano Primo: il blocco dei pagamenti

"Con delibera del 7 gennaio 2019 abbiamo deciso di bloccare i pagamenti delle ultime due rate a Ferrovie Nord per un importo di circa 300mila euro perché in zona del sottopasso di via Lonate e le opere complementari non sono state terminate, come invece previsto dalla convenzione". Queste le parole del sindaco Giuseppe Pignatiello dette durante la conferenza stampa di mercoledì 27 febbraio 2019, di cui tratteremo ampiamente sul numero di Settegiorni Legnano-Altomilanese in edicola da venerdì 1 marzo 2019.

"Opera mal riuscita, da noi solo ereditata"

Continua poi il primo cittadino: "Appena ci siamo insediati in comune nel 2014, abbiamo messo in atto una lunga serie di interventi di miglioramento per quella che ci è da subito sembrata un’opera mal riuscita, ereditata dagli anni precedenti. Senza perdere tempo abbiamo installato un circuito di telecamere, ottenuto l’abbassamento dei muri, posizionato dei monitor e realizzato diversi abbellimenti interni, grazie anche all’operato di alcuni cittadini volenterosi (Comitato Uniti Contro il Muro).
Subito dopo ci siamo trovati a dover affrontare il bisogno di fissare un piano per la sistemazione della piazza antistante la stazione e del parcheggio: così, abbiamo definito un accordo che ha regalato alla Città quella che ritengo essere una buona opera benché restino indispensabili alcuni interventi già richiesti a più riprese".

Confronto con Ferrovie Nord e Regione

Il sindaco sottolinea poi la volontà dell'Amministrazione di creare un dialogo e non un muro con Ferrovie Nord e Regione Lombardia. "Abbiamo affrontato da subito con Ferrovie Nord il problema relativo al sottopasso di via Lonate - sottolinea Pignatiello - Dopo una prima fase collaborativa e di partecipazione da parte di Regione Lombardia e Ferrovie Nord, abbiamo riscontrato una netta chiusura da parte loro nei confronti della Città di Castano Primo. Con determinazione abbiamo continuato a provare a più riprese (via telefono, via mail e pec) ad avere un confronto franco e diretto, ma inutilmente. Il Comune è rimasto totalmente inascoltato".

La decisione dell'Amministrazione

"In data 23 gennaio 2019, con delibera di Giunta n. 7, - spiega ancora il sindaco - ci siamo assunti una decisione importante che ritengo essere l’unica possibile per salvaguardare l’interesse di tutti i Castanesi. Abbiamo infatti deciso di sospendere i pagamenti relativi alla quota di finanziamento comunale dei lavori per una somma di circa 300.000 euro. Abbiamo deciso di fare questo gesto, forse eclatante, poiché riteniamo possa essere l'ultima opportunità per smuovere la situazione e farci finalmente ascoltare .
Nel caso in cui non riuscissimo nemmeno in tal modo ad avere la collaborazione richiesta, ci riserviamo di utilizzare le somme trattenute per gli interventi che con la cittadinanza riterremo necessari. I patti vanno rispettati e ci sono delle opere che devono essere completate. Se non ci ascolteranno vorrà dire che daremo vita noi al progetto di miglioramento di via Lonate, ascoltando le idee e le posizioni dei vari cittadini, e da lì partiremo per sistemare tutta la zona".

Nella mattinata di sabato 2 marzo 2019 l'Amministrazione sarà presente in zona Nord per confrontarsi con la cittadinanza.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE.