Cassazione: adottabilità per il figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher

La studentessa bollatese e il compagno sono i due giovani accusati di essere i responsabili delle aggressioni all'acido messe a segno a Milano

Cassazione: adottabilità per il figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher
Cronaca Rhodense, 19 Gennaio 2018 ore 15:33

Confermata l'adattabilità per il bambino nato dalla relazione tra Martina Levato e Alexander Boettcher, i due giovani accusati di essere i responsabili delle aggressioni all'acido a Milano.

La Cassazione ha confermato l'adottabilità

La Cassazione ha confermato l'adottabilità del bambino nato dalla relazione tra Martina Levato la studentessa bollatese e Alexander Boettcher, i due giovani accusati di essere i responsabili delle aggressioni all'acido messe a segno a Milano. La Suprema Corte ha respinto anche i ricorsi dei nonni del bambino che si proponevano come adottanti.

L'udienza

Lo ha deciso la prima sezione civile, ha rigettato tutti i ricorsi presentati dai genitori e dai nonni del bambino, nato il 15 agosto 2015, contro la sentenza con cui i giudici d'appello di Milano avevano dichiarato lo stato di adottabilità del piccolo. Nell'udienza svolta lo scorso 30 novembre, invece, il sostituto pg della Suprema Corte aveva chiesto che il bambino venisse affidato ai nonni materni sottolineando come i genitori di Martina Levato avessero tutte le carte in regola per ottenere l'affidamento del nipote