Cronaca
CERRO MAGGIORE - SVOLTA NELL'OMICIDIO

Il cadavere dell'ex Brenta ha un nome; sospettato il figlio

L'uomo, 65 anni, era scomparso da Cusano Milanino il 31 dicembre 2021. Il suo corpo era stato trovato nell'ex Brenta da tre ragazzi che stavano girando un videoclip

Il cadavere dell'ex Brenta ha un nome; sospettato il figlio
Cronaca Legnano e Altomilanese, 03 Febbraio 2022 ore 19:16

Carmine D'Errico, pensionato 65enne di Cusano Milanino, è la persona trovata carbonizzata nell'ex Brenta di Cerro Maggiore.

Carmine D'Errico era scomparso il 31 dicembre 2021

E’ di Carmine D'Errico, pensionato 65enne di Cusano Milanino, il corpo carbonizzato ritrovato il 21 gennaio 2021 nell'ex Brenta (vecchia fabbrica abbandonata) di via Benedetto Croce a Cerro Maggiore da tre ragazzi che stavano girando un videoclip.
L'esame del dna ha svelato l'identità di quel cadavere. Il pensionato era scomparso il 31 dicembre 2021 dalla sua abitazione, a Cusano, dove viveva con il figlio, un pappagallo e un acquario ai quali il 65enne era legatissimo (la moglie è mancata due anni fa).

Il sospettato è il figlio

Accusato dell'omicidio è il figlio Lorenzo, 35enne che da lunedì è stato iscritto nel registro degli indagati: nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì, nei suoi confronti i Carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno dato esecuzione a un decreto di fermo per omicidio e soppressione di cadavere, emesso dalla Procura di Monza; per gli inquirenti sarebbe stato quindi lui a uccidere il padre e a dare fuoco al corpo. Tra padre e figlio c'erano dissapori. Gli inquirenti hanno poi rilevato fin da subito evidenti contraddizioni nelle dichiarazioni del figlio oltre a raccogliere tracce e indizi della scena del crimine nella casa dei due.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter