Medico castanese residente ad Inveruno

Cantù di Abbiategrasso: Gambaro nuovo direttore di Oculistica

All'ospedale Cantù di Abbiategrasso si è insediato il nuovo direttore dell'unità operativa di Oculistica: è il dottor Stefano Gambaro

Cantù di Abbiategrasso: Gambaro nuovo direttore di Oculistica
Magenta e Abbiategrasso, 16 Settembre 2020 ore 12:54

All’ospedale Cantù di Abbiategrasso si è insediato il nuovo direttore dell’unità operativa di Oculistica: è il dottor Stefano Gambaro

Cantù di Abbiategrasso: Gambaro nuovo direttore di Oculistica

All’ospedale Cantù di Abbiategrasso si è insediato il nuovo direttore dell’unità operativa di Oculistica: è il dottor Stefano Gambaro. Conclusa la procedura di selezione pubblica per il conferimento dell’incarico, Gambaro entra in servizio da oggi.

Classe 1958, il dottor Gambaro si è laureato a pieni voti in Medicina e Chirurgia nel 1983, presso l’Università di Milano, dove ha anche conseguito la specializzazione in Oculistica. Castanese di nascita, residente a Inveruno, dal 2010 è direttore della struttura complessa di Oculistica del presidio ospedaliero Bassini di Milano, direttore del centro oculistico infantile di Milano e responsabile dell’attività di Oculistica dell’ospedale Città di Sesto San Giovanni.

Nel corso degli ultimi dieci anni, Stefano Gambaro ha maturato una casistica operatoria che supera i 4mila interventi sull’apparato oculare e ha al suo attivo pubblicazioni a carattere scientifico e un’intensa attività di docente sui temi delle patologie oculari presso l’Università di Milano e Milano-Bicocca. E’ membro del consiglio direttivo della società oftalmologica lombarda e della società italiana di oftalmologia legale.

Commenta il direttore generale, Fulvio Edoardo Odinolfi: Con la nomina del dottor Gambaro assicuriamo all’ospedale di Abbiategrasso un qualificato professionista che potrà garantire e continuare l’eccellenza del reparto di Oculistica”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia