Cani avvelenati a Cislago: l’Aidaa mette una taglia sul colpevole

Bocconcini al veleno lasciati lungo la pista ciclabile, la salute degli animaleìi (e dei bimbi) a rischio. L'Aidaa mette una taglia: "Aiutateci a trovare chi è stato".

Cani avvelenati a Cislago: l’Aidaa mette una taglia sul colpevole
Saronno, 15 Agosto 2018 ore 09:30

Rinvenute sulla pista ciclabile di Santa Maria due polpette di metaldeide, un lumachicida. l’Aidaa: “Si deve mettere fine a questa strage di animali”.

Cani avvelenati,  taglia da 500 euro

Ancora polpette avvelenate lungo le strade di Cislago a minacciare la vita dei cani e degli altri animali da compagnia. E come già fatto in passato a Saronno, quando venne dato fuoco a un riccio, l’Aidaa ha deciso di dichiarare guerra al colpevole con una taglia da 500 euro per chi darà informazioni utili a risalire al colpevole. L’allarme sulle polpette al veleno era stato lanciato dai social da Lara Pigozzi, il cui cane in passato è stato per ben due volte vittima delle polpette avvelenate, lanciate anche nel giardino di casa.

30mila gatti e cani avvelenati da inizio anno

Una vera e propria strage spiega Lorenzo Croce, presidente Aidaa. “Da inizio anno stiamo monitorando il fenomeno a livello nazionale. Abbiamo contato ben 30mila casi tra gatti e cani avvelenati. Di questi, il 25% non riesce a sopravvivere. Istituiamo taglie per identificare i colpevoli nei casi più particolari. Ora lo abbiamo fatto anche a Cislago, in una zona che ha già registrato episodi simili in passato”. Eventuali segnalazioni possono essere inviate, oltre che alle forze dell’ordine, all’associazione all’indirizzo mail direttivo.aidaa@libero.it.

Il servizio completo su La Settimana di Saronno di venerdì 10 agosto.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia