Campo sportivo chiuso per ragioni di sicurezza

Il Comune: "La Rescaldinese calcio era tenuta a effettuare migliorie che non sono mai state fatte. Un danno di 460mila euro per le casse pubbliche".

Campo sportivo chiuso per ragioni di sicurezza
Cronaca 03 Dicembre 2017 ore 10:20

Campo sportivo chiuso per motivi di sicurezza.

Campo sportivo chiuso con lucchetti

Il campo sportivo di via Barbara Melzi a Rescaldina è stato chiuso in quanto gli uffici del Comune stanno verificando il rispetto dei requisiti di sicurezza di impianti e strutture. Il complesso era gestito dal 2011 dall'associazione sportiva dilettantistica Rescaldinese calcio e il contratto firmato, della durata di 14 anni, non prevedeva alcun affitto, bensì delle "migliorie". Che secondo l'Amministrazione non sarebbero mai state effettuate.

"Gestore inadempiente"

"L' Amministrazione comunale precedente - spiega il sindaco Michele Cattaneo -  ha convenzionato la gestione dell'impianto sportivo a un'associazione che aveva il compito di fare dei lavori: dalla manutenzione all'inserimento dei campi sintetici. Era in programma pure la realizzazione di un'area feste, ma non è stato fatto quasi nulla di tutto questo e il danno stimato per le nostre casse è di circa 460mila euro".

L'impianto riaprirà a gennaio

Ora il disagio è di tutte le società sportive che utilizzavano gli spazzi dello storico centro, quasi tutte già ricollocate, e dei cittadini. "Entro il 15 gennaio - conclude il sindaco - riapriremo il centro e sarà nostra cura indire un nuovo bando per la gestione, inutile sottolineare che ci sarà un vero contratto a legare le parti".