Campo dei Fiori verso la conclusione la battaglia contro le fiamme

Paura passata ma focolai ancora accesi. Vigili del fuoco, forestali e volontari ancora al lavoro. Intanto si pensa già al domani

Campo dei Fiori verso la conclusione la battaglia contro le fiamme
Cronaca 03 Novembre 2017 ore 19:50

Vigili del fuoco, forestali e Protezione Civile ancora al lavoro per spegnere gli ultimi focolai. Ma ormai il peggio è passato.

Persi circa 80 ettari del Campo dei Fiori

L'incendio era divampato mercoledì scorso, e nell'arco di una settimana è riuscito a distruggere circa 80 ettari dei boschi del parco del Campo dei Fiori. Un danno enorme per l'ambiente e l'ecosistema della montagna varesina, che avrà bisogno ora di almeno 15 anni prima di tornare alla normalità. Sul posto, appena diradatosi il fumo dei primi giorni, sono arrivati elicotteri e canadair a dare supporto aereo agli eroi dei vigili del fuoco impegnati a terra a spegnere le fiamme.

Non si molla

La bestia è ormai domata. L'assenza del forte vento della scorsa settimana ha permesso ai vigili del fuoco di fermare la corsa dell'incendio e di estinguerne gran parte. Restano però ancora molti focolai, oltre al rischio di una ripresa a causa delle braci ritrovate fino a 50 centimetri di profondità. Anche oggi le operazioni sono continuate, come dimostra il video divulgato dai pompieri (qui il filmato sulle ricognizioni al Campo dei Fiori). Gli elicotteri sorvolano continuamente l'area in cerca di focolai. E quando, come capitato oggi al "Drago 82" del reparto volo Lombardia, se ne trova uno si interviene: subito è stato verricellato un aerosoccorritore che ha iniziato le operazioni di spegnimento in attesa delle squadre di terra che hanno dato il colpo finale alle fiamme.

 

Origine dolosa: taglia sui piromani

Non sembrano esserci ormai più dubbi sull'origine dolosa dell'incendio. E' di ieri infatti la notizia del ritrovamento di alcuni inneschi, prontamente sequestrati dai carabinieri che ora indagano. E se è vero che la catastrofe che ha colpito il Campo dei Fiori ha unito tutti i residenti della provincia nello sperare sulla sopravvivenza della loro montagna, l'origine dolosa li ha anche uniti nella volontà di stanare il (o i ) piromane. Con il senatore leghista di Tradate Stefano Candiani che ha subito raccolto l'appello dei residenti vicini al Campo dei Fiori annunciando una taglia sul piromane. O meglio, una ricompensa a chiunque fornisse elementi utili alla sua identificazione.

La montagna rinascerà

Seppur a fiamme ancora accese, si guarda al futuro. La montagna rinascerà. A questo proposito, l'ente regionale del Campo dei Fiori ha lanciato una raccolta fondi con l'apertura nei prossimi giorni di un conto corrente dedicato alla ricostruzione. E ha creato l'email campodeifiorisiamonoi@parcocampodeifiori.it invitando tutti a segnalare ideee, proposte e iniziative e, lasciando i propri dati, a dare la propria disponibilità a partecipare attivamente alla rinascita del parco. Rinascita che sarà guidata dall'ente parco e coordinata insieme alle tante associazioni già disponibili, come Legambiente.