Menu
Cerca

Cali di calore a scuola, problema risolto

Riparato il guasto all'impianto di riscaldamento della primaria Pinciroli di Villa Cortese.

Cali di calore a scuola, problema risolto
Legnano e Altomilanese, 19 Novembre 2018 ore 13:32

Cali di calore alla scuola primaria di via Speroni a Villa Cortese, conclusi i lavori per riparare il guasto.

Cali di calore a scuola, allarme rientrato

Si è concluso l'intervento straordinario alle scuole primarie di via Speroni, reso necessario da un guasto all'impianto di riscaldamento. Il primo campanello d'allarme era stato, due settimane fa, un calo di calore nella palestra scolastica. Il problema era stato individuato in una tubatura che scorre sotto l'asfalto del cortile della scuola: una perdita, infatti, faceva diminuire la pressione dell'impianto di riscaldamento che così non riusciva a far arrivare il consueto fabbisogno di calore alle aule del primo piano, quelle occupate dalle classi terze, quarte e quinte; tutto secondo norma, invece, al pian terreno, dove si trovano le classi prime e seconde.

La temperatura non è mai scesa sotto i 19 gradi

Fortunatamente la temperatura non è mai scesa sotto il livello di guardia: "Anche al primo piano, dove per la poca pressione non si scaldavano tutti i termosifoni, comunque c'erano almeno 19 gradi" assicura il sindaco Alessandro Barlocco. Qualche piccolo disagio c'è stato solo per la classi terze, quarte e quinte, che per tutta la scorsa settimana hanno dovuto accedere a scuola da via San Grato, per consentire l'esecuzione dei lavori urgenti nel cortile dell'istituto per il ripristino di una tubatura dell'acqua dell'impianto di riscaldamento in seguito al rilevamento di una perdita.

Il tubo ammalorato è avvolto in un blocco di cemento

Il tubo ammalorato è stato individuato, ma non è stato possibile ripararlo o sostituirlo perché avvolto da un consistente blocco di cemento che, chi all'epoca dei lavori aveva eseguito la posa, aveva ritenuto fosse necessario per proteggerlo. "Abbiamo dovuto optare per una variazione del tragitto della tubazione - spiega il primo cittadino - perché, anche forniti di martello pneumatico, gli operai avrebbero impiegato troppo tempo per raggiungere il tubo e sostituirlo per intero. Abbiamo così optato per una soluzione alternativa, più semplice e veloce, in modo da arrivare alla risoluzione del problema nel minor tempo possibile". Circa una cinquantina, tra "andata" e "ritorno", i metri di tubazione che sono stati posati in questi giorni. I lavori si sono conclusi sabato 17 novembre e ora alla scuola Pinciroli tutto è tornato alla normalità.

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE