Calcio femminile, il Villa Cortese chiude i battenti

Dopo dieci anni di attività e con l’abbandono della dirigente Giuliana Colombo, la società si dovrà trasferire a Robecchetto.

Calcio femminile, il Villa Cortese chiude i battenti
Legnano e Altomilanese, 29 Giugno 2018 ore 10:08

Calcio femminile, il Villa Cortese chiude dopo dieci anni di successi.

Calcio femminile, Villa Cortese dice addio alla sua squadra

Il Villa Cortese calcio femminile chiude i battenti. Dopo dieci anni di attività e con l’abbandono della dirigente Giuliana Colombo, la società presieduta da Nicola Artusa è costretta ad abbandonare l'attività agonistica e cambiare casa. Si trasferirà infatti a Robecchetto con Induno.

Dai campionati minori alla Serie C

Un addio doloroso per il sodalizio gialloblù, coinciso con l'abbandono della storica dirigente Colombo, anima per due lustri della formazione capace di issarsi fino alla serie C partendo da una squadra di giovanissime ragazze che partecipavano ai campionati minori.

Una nuova casa a Robecchetto

Fortunatamente le ragazze di Villa Cortese hanno già trovato una casa, visto che la capitana Sara Panarelli è legata sentimentalmente ad Alessandro Chiodini,  presidente della Asd Ticinia femminile. Ampio servizio sul giornale in edicola.

 

TORNA ALLA HOME PAGE PER LEGGERE ALTRE NOTIZIE