Blitz dei Carabinieri alle “Case Cristina” di Turate: un arresto

E' stato arrestato all'alba di ieri, per detenzione ai fini di spaccio, un marocchino di 35 anni trovato in possesso di 230 grammi di sostanza stupefacente.

Blitz dei Carabinieri alle “Case Cristina” di Turate: un arresto
Cronaca Bassa Comasca, 23 Marzo 2018 ore 13:28

Blitz dei Carabinieri: ieri mattina all’alba, intorno alle 5, i Carabinieri della stazione di Turate, unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cantù e della stazione di Lurate Caccivio, coadiuvati da due unità cinofile antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Casatenovo (Lc), nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti gestito da organizzazioni magrebine, hanno fatto irruzione nel complesso popolare di Turate denominato “Case Cristina”.

Blitz dei Carabinieri alle "Case Cristina": un arresto

I militari hanno proceduto al controllo di decine di persone ed all'ispezione di anfratti, cantine ed autovetture sospette. Nel corso di una perquisizione, all'interno dell’appartamento in cui trovava momentanea dimora il cittadino marocchino A.A., di anni 35, con precedenti penali, irregolare sul territorio italiano, i cani antidroga hanno fiutato diversi nascondigli in cui erano stati occultati: 230 circa di sostanza stupefacente del tipo hashish, una dose di eroina, tre bilancini di precisione, alcuni telefoni cellulari e materiale vario atto al confezionamento delle dosi di stupefacente, oltre a documentazione attestante le attività di spaccio. Dopo le operazioni di identificazione, l’uomo è stato dichiarato in arresto e tradotto presso il carcere del Bassone. Il reato contestato è quello di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L'uomo è stato denunciato anche per ricettazione perché trovato in possesso di una carta di credito rubata.