Belron Forklift Grand Prix, l'origgese Paparatti è il miglior carrellista dell'anno

L'ultima prova? Versare dalla forca del carrello lo champagne su una piramide di flute.

Belron Forklift Grand Prix, l'origgese Paparatti è il miglior carrellista dell'anno
Saronno, 13 Ottobre 2019 ore 11:33

E' di Origgio il miglior carrellista d'Italia, vincitore del Belron Forklift Grand Prix.

Belron Forklift Grand Prix, "piloti" di carrelli elevatori in gara

Manovre di abilità, destrezza e precisione alla guida di un carrello elevatore culminate nell’attesissima sfida conclusiva: un percorso scenografico in cui, attraverso le forche dei carrelli, occorre versare con precisione millimetrica dello champagne su una piramide di flute di cristallo. Prove superate magistralmente da Raffaele Paparatti di Origgio (VA) che si è aggiudicato il titolo di miglior carrellista dell’anno. Paparatti che lavora da vent’anni per il Gruppo Belron Italia, in una gara accesissima ha superato di pochi punti suo nipote, vincitore della prima edizione del Belron Forklift Grand Prix.

Sfida all'ultima manovra

Il Belron Forklift Grand Prix, evento organizzato anche grazie alla collaborazione di Jungheinrich, dal 2015 è una delle iniziative più spettacolari che Belron ha realizzato per valorizzare il lavoro dei suoi dipendenti ed esaltare la loro professionalità. L’evento mette al centro la bravura e la professionalità di tutti gli esperti
manovratori di carrelli del centro logistico di Origlass ed in particolare dei 16 finalisti che si sono presentati per la sfida di sabato 12 ottobre 2019, tenutasi, come da tradizione, ad Origgio, proprio all’interno degli spazi del polo italiano di stoccaggio e distribuzione di cristalli auto del Gruppo Belron.

Formazione continua

"La capacità di gestione e l’abilità nello smistamento dei materiali contribuiscono in modo determinante alla leadership di Carglass®nel settore – ha dichiarato Lamberto Ingrà, Operations & Supply Chain Director di Belron Italia -  Ecco perché, oltre all’addestramento obbligatorio, ogni anno svolgiamo più di 300 ore di
formazione aggiuntiva. Oggi i finalisti del Grand Prix ne hanno dato prova, mostrando abilità e precisione a tratti artistiche e spettacolari. Sono doti che garantiscono al nostro lavoro quotidiano efficacia, sicurezza e quella tempestività che i clienti finali si aspettano per abbattere i tempi di attesa. Premi come questo gratificano al contempo i nostri dipendenti, motivandoli su sfide divertenti e ambiziose e alzando ancora di più il loro livello di attenzione su ogni operazione lavorativa".

Investimenti e tecnologia

Nel sito di Origgio - una vera eccellenza nel suo genere che conta più di 12mila metri quadri di superficie, 10.500 referenze in stock e che serve tutto il territorio italiano - viene utilizzata una flotta di carrelli di ultima generazione fornita da Jungheinrich, leader nell’offerta di macchinari per la logistica, composta da un totale di 30 carrelli di tre differenti tipologie (21 commissionatori, 3 carrelli controbilanciati e 6 carrelli retrattili da 16 e da 20 quintali). Il parco macchine è gestito dal software ISM che, garantendo un monitoraggio continuo dei carrelli in flotta, diventa elemento chiave per l’ottimizzazione della produttività e l’aumento del livello di sicurezza, tema particolarmente importante per chi, come i carrellisti di Origlass, movimenta ogni giorno una merce delicata come il vetro. "Formazione, attenzione ai dettagli e investimenti in tecnologie - spiegano dall'azienda - sono i capisaldi attraverso i quali Belron Italia realizza ogni giorno il valore della sicurezza, perno etico ma anche fattore strategico di una cultura aziendale che coinvolge i dipendenti a tutti i livelli".

LEGGI ANCHE: Andrea Piccolo Campione d'Europa