Aumentati incidenti stradali in moto

Sono in arrivo i nuovi sistemi di sicurezza

Aumentati incidenti stradali in moto
Rhodense, 20 Aprile 2018 ore 06:00

Il discorso relativo agli incidenti stradali, da sempre, rappresenta uno dei più attenzionati nel nostro Paese: trattandosi di un argomento delicato, soggetto ad alti e bassi, sono numerosi i dati che vengono quotidianamente analizzati dalle compagnie di settore. Non solo automobili, però: anche il comparto delle due ruote vive di questo problema, soprattutto alla luce degli ultimi numeri registrati dalle ricerche. I carabinieri e il corpo di polizia stradale, infatti, hanno colto un importante aumento delle vittime in seguito a incidenti in moto. Se da un lato calano i decessi e gli infortuni nel mondo delle quattro ruote, dall’altro i centauri appaiono sempre più a rischio.

Motociclette e incidenti: in Italia sale il tasso di mortalità

Le analisi condotte da carabinieri e polizia stradale hanno evidenziato un dato preoccupante: durante i primi dieci mesi dell’ultimo anno, i decessi relativi ai centauri sono aumentati del +8%, per un totale di 29 morti in più. Questi dati sono stati recentemente esposti al pubblico durante l’Eicma: l’evento più seguito proprio dagli appassionati delle due ruote. Nonostante questi dati rappresentino solo una minima percentuale dei decessi su strada, la crescita dei numeri non è una situazione da prendere alla leggera. Guardando il fenomeno sul lungo periodo, infatti, questo trend indispettisce non poco: sempre secondo quanto esposto all’Eicma, negli ultimi due anni si è tornati ad una situazione di allerta. Colpa di questi indici di mortalità che, per una serie di ragioni diverse, sono tornati a salire dopo lo stop datato 2015. Ecco perché è importante capire come comportarsi in caso di incidente, studiando anche i nuovi sistemi di sicurezza.

Come comportarsi in caso di incidente stradale

La prima regola, in caso di incidente stradale, è mettere da parte (e in fretta) il panico: serve lucidità per intervenire con prontezza e per chiamare immediatamente i soccorsi e la polizia. Prima verrà svolta questa fase, prima sarà possibile prestare soccorso ai feriti. È altrettanto importante stipulare una polizza per la moto per coprirsi le spalle: attualmente i prezzi non sono particolarmente alti e per abbattere ulteriormente i costi si possono sfruttare i vantaggi offerti dal web. Su Internet, infatti, si possono confrontare le varie proposte semplicemente usando un portale di comparazione online: ad esempio, su Facile.it è possibile trovare l’assicurazione ciclomotore confrontando le varie offerte sul mercato, e richiedere direttamente un preventivo. Altri consigli utili? Usate sempre il triangolo di segnalazione per evitare incidenti a catena. Nel caso in cui non siano presenti feriti o danni gravi, ricordatevi di sfruttare il modulo di constatazione amichevole (CAI).

Nuovi sistemi di sicurezza tecnologici per le moto

Per abbattere il tasso di mortalità su due ruote, la tecnologia appare come sempre fondamentale: per fortuna, sono disponibili nuovi sistemi di sicurezza hi-tech per i motociclisti. Di cosa si tratta? Il primo è il sistema di riduzione delle conseguenze di una frenata su strade bagnate, ovvero il canonico ABS applicato alle moto. Il secondo è il Car2Car Communication: ancora in fase di test, permette alle moto di dialogare fra loro, segnalando i potenziali pericoli. Troviamo anche altri sistemi di nuova generazione, come il controllo di trazione, che riduce lo slittamento del motociclo. Anche i sensori di prossimità sono una componente tecnologica molto performante: grazie alla “blind detection”, la moto segnala in automatico il sorpasso alle vetture che si trovano dietro di essa. Infine, l’assistente virtuale Connected Horizon: un sistema vocale che comunica i dati tramite auricolare nel casco, dispensando consigli utilissimi.

 

Scritto in collaborazione con esterno