Menu
Cerca

Audizione Trenord al Pirellone. Monti "Segnali positivi, si valuti il ripristino di alcune corse"

"Penso ad esempio a tratte come la Seregno-Carnate. E al ripristino di almeno una delle due fermate di Ceriano Groane e Cesano Groane".

Audizione Trenord al Pirellone. Monti "Segnali positivi, si valuti il ripristino di alcune corse"
21 Marzo 2019 ore 15:28

Audizione Ad Trenord al Pirellone. Andrea Monti (Lega): “Lentamente fuori dall’emergenza, si valuti il ripristino di alcune corse”.

Audizione Trenord al Pirellone

Si è tenuta nella mattinata di oggi giovedì 21 marzo, l’audizione dell’Amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri che ha relazionato circa lo stato dell’azienda, sulle azioni di miglioramento e sugli effetti dell’orario invernale, alla luce della risoluzione approvata nei mesi scorsi dall’Aula del Pirellone.

Nel merito è intervenuto il vice Presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture e vice Capogruppo della Lega in Regione Lombardia, Andrea Monti.

“Quanto emerso dalla relazione – spiega Andrea Monti – lascia intravvedere segnali certamente positivi, ma soprattutto rileva un cambio di atteggiamento anche dei vertici di Trenord. I numeri portati all’attenzione della Commissione dimostrano un miglioramento, rispetto al recentissimo passato, in particolare sui ritardi e sulle soppressioni. Occorre ricordare come molti non credessero che il piano introdotto potesse realmente aiutare ad uscire dalla situazione emergenziale, offrendo reali effetti positivi. Invece, pur con molte criticità, spesso imputabili più alla rete, gestita da RFI, possiamo dire che si è trattato della scelta più giusta”.

Valutare il ripristino delle corse

“A questo punto – ha proseguito Andrea Monti –  adesso che la situazione si è calmata, la mia richiesta è quella di valutare un aumento dell’offerta e affrontare il problema delle coincidenze.

Da brianzolo penso ad esempio a tratte come la Seregno-Carnate, che certamente avevano poca utenza, ma rappresentavano comunque un servizio importante per i cittadini del posto. Occorrerebbe anche ripristinare almeno una delle due fermate di Ceriano-Groane e Cesano-Groane, soppressioni che hanno creato anche problemi di ordine pubblico.

Infine una nota certamente positiva è quella legata all’aumento dell’utenza rispetto agli anni passati, cosa che però deve essere tenuta in debita considerazione anche e soprattutto sul tema di quei treni, specie in certe tratte, ormai troppo pieni e saturi, un problema che occorre affrontare con soluzioni efficaci. Meno positivo invece, specie per le responsabilità di Palazzo Marino – chiosa Andrea Monti – è stato il mancato coordinamento con il Comune di Milano a seguito dell’introduzione dell’Area B, una scelta non proprio felicissima, specialmente per gli abitanti dell’hinterland.”