Cronaca

Atti vandali, il sindaco: "Siamo in emergenza"

Domenica notte serranda sfondata in via Corridoni, la mattina auto in fiamme in piazza della chiesa durante la messa, danneggiata anche quella di monsignore

Atti vandali, il sindaco: "Siamo in emergenza"
Cronaca 22 Ottobre 2017 ore 08:25

Atti vandalici

Atti vandalici, è emergenza

Due furti alla casetta dell'acqua di via Garibaldi, vetri rotti a auto in sosta fuori da un condominio, danni anche ai nuovi bagni del parco pubblico San Giovanni Bosco e ora una serranda sfondata e un'auto bruciata durante la messa festiva. Tutto nel giro di due settimane, con gli ultimi due episodi, eclatanti, avvenuti nella notte e addirittura nella mattinata di domenica. A Cairate è allarme delinquenza. Scioccato in particolare dal fatto più recente, la macchina che ha preso fuoco - per cause ancora al vaglio degli inquirenti, non si esclude neppure l'accidentalità - in piazza della chiesa, mentre nella parrocchiale si celebrava la messa.

Auto in fiamme durante la messa della domenica

Poco dopo le 11 le fiamme, che in pochi minuti hanno distrutto l'auto, con i fedeli che uscendo dalla funzione si sono trovati davanti il mezzo divorato dall'incendio e una colonna di fumo nero. L'arrivo dei Vigili del fuoco ha permesso di limitare i danni intorno, ma le fiamme hanno intaccato anche la macchina di monsignor Luigi Mistò, che stava celebrando la messa, parcheggiata vicino a quella bruciata. E poco distante, solo qualche ora prima in piena notte, un furgone - a quanto pare con targa coperta - ha sfondato la serranda del negozio di ottica all'incrocio tra le vie Corridoni e Vittorio Veneto.

La preoccupazione del sindaco

Immagini da guerriglia urbana. «Stanno succedendo atti vandalici anomali - la riflessione del sindaco Paolo Mazzucchelli - sui quali abbiamo posto la massima attenzione. Sono vicende che ci preoccupano, anche perché qui a Cairate non si era mai verificata in questi anni una serie di accadimenti di questo genere, il nostro è un Comune tranquillo». O forse era. «Siamo in emergenza - ammette Mazzucchelli - e abbiamo già messo in atto misure speciali, richiedendo ai Carabinieri un maggior controllo del territorio e alla nostra Polizia locale un lavoro straordinario».  Approfondimenti sul numero in edicola e on line da venerdì 20 ottobre.