Menu
Cerca
Il religioso rosatese vinto dal Covid a marzo

Assisi, un puledro chiamato Fra Danilo Pax in ricordo di padre Reverberi

L'allevamento di Sergio Carfagna ad Assisi celebra il ricordo del rosatese padre Danilo Reverberi, grande esperto di equitazione scomparso a marzo a causa del Covid

Assisi, un puledro chiamato Fra Danilo Pax in ricordo di padre Reverberi
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 17 Aprile 2021 ore 14:30

L’allevamento di Sergio Carfagna ad Assisi celebra il ricordo del rosatese padre Danilo Reverberi, grande esperto di equitazione scomparso a marzo a causa del Covid (in foto: padre Danilo Reverberi e uno dei puledri dell’allevamento Sergio Carfagna)

Assisi, un puledro chiamato Fra Danilo Pax in ricordo di padre Reverberi

Il ricordo di padre Danilo Reverberi continua a vivere nel mondo dell’equitazione italiana ed in particolare all’allevamento di Sergio Carfagna dove il francescano originario di Rosate, sconfitto a 63 anni dal Covid a inizio marzo, era di casa. E’ nato infatti pochi giorni fa un nuovo puledro, che è stato battezzato Fra Danilo Pax in onore del religioso, grandissimo appassionato di cavalli la cui competenza era nota a livello nazionale. Il rinomato allevamento di Assisi, che sorge ai piedi della basilica di San Francesco, onora così la memoria dell’amico scomparso.

“Padre Reverberi è stato un amico e un fratello”

Così ha dichiarato Cargagna: «Dopo sei femmine sono nati due maschi ed ora l’ultimo porterà il nome di padre Danilo Reverberi, un amico, un fratello per la mia famiglia che non sarà mai dimenticato. Quel puledro appena avrà la possibilità di scendere in pista, ne sono sicuro correrà e vincerà sospinto al cospetto del cronometro, dalla preghiera e dalla presenza divina di padre Danilo».

A fine marzo era nato Francesco Pax

A fine marzo aveva invece visto la luce un altro puledrino, che era stato battezzato Francesco Pax: questo era stato infatti il desiderio di padre Danilo.  «L’idea di registrare con il nome del Santo, San Francesco  e di Assisi era sua ed io l’ho condivisa fin da subito. Se fosse ora qui con noi sarebbe il primo a gioire di questo evento straordinario», ha commentato Carfagna.