Menu
Cerca

Arresti a Legnano, il difensore civico regionale indagato per abuso d'ufficio

Sotto esame in qualità di "istigatori" anche l'ex sindaco Fratus, l'ex vicesindaco Cozzi e l'ex assessore Lazzarini, arrestati a maggio.

Arresti a Legnano, il difensore civico regionale indagato per abuso d'ufficio
Cronaca Legnano e Altomilanese, 25 Settembre 2019 ore 09:49

Arresti a Legnano, il difensore civico regionale Carlo Lio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura d Busto Arsizio, con l'accusa di abuso d'ufficio.

Arresti a Legnano, Carlo Lio "istigato" da Fratus, Cozzi e Lazzarini

Sotto esame c'è il suo intervento di surroga del consigliere comunale leghista Mattia Rolfi con Alessandro Carnelli, provvedimento dichiarato illegittimo dal Tribunale amministrativo regionale e che nel marzo scorso evitò il commissariamento del Comune di Legnano. Per lo stesso reato e in qualità di "istigatori" sono indagati anche l'ex sindaco Gianbattista Fratus, l'ex vicesindaco Maurizio Cozzi e l'ex assessore Chiara Lazzarini, arrestati il 16 maggio scorso per turbativa d'asta (Fratus è accusato anche di corruzione elettorale) e in procinto di comparire davanti al giudice per la prima udienza del processo, fissata per lunedì 21 ottobre.

Provvedimento illegittimo per "salvare" l'Amministrazione nonostante le dimissioni in massa dei consiglieri

Secondo il pubblico ministero Nadia Calcaterra, titolare dell'inchiesta Piazza pulita, i tre avrebbero fatto pressione su Lio affinché intervenisse con un provvedimento "illegittimo" per garantire la continuità dell'Amministrazione comunale nonostante le dimissioni in massa dei consiglieri comunali di minoranza e del presidente del parlamentino cittadino.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE