Menu
Cerca

Arrestato spacciatore 26enne a Rho: parla De Corato

"Ormai al Lombardia è piena di criminali. Nello specifico è evidente che non mancano, anzi abbondano, gli spacciatori".

Arrestato spacciatore 26enne a Rho: parla De Corato
Cronaca Rhodense, 15 Ottobre 2018 ore 18:38

Arrestato spacciatore tunisino 26enne residente a Rho.

Arrestato spacciatore 26enne a Rho

Sabato 13 ottobre gli Agenti del Commissariato di Polizia di Rho Pero hanno arrestato un cittadino tunisino regolare, H. K.  di 26 anni, residente a Rho. Da alcuni giorni i poliziotti erano sulle sue tracce in quanto sospettato di essere dedito allo spaccio di cocaina sul territorio rhodense. E' stato quindi individuato sabato sera in via Porta Ronca. Alla vista degli agenti il giovane ha tentato la fuga dopo aver buttato poco lontano un involucro di cellophane con dentro 10 dosi di cocaina pronte per essere vendute. Perquisito subito il suo domicilio, sono state trovate altre piccole dosi per un totale di 25 grammi e 2000 in banconote di piccolo taglio.

De Corato dice la sua

Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, urla dell'arresto di Rho:

"Ogni giorno in Lombardia viene compilato il bollettino degli arresti per spaccio di droga. Per lo più, guarda caso, si tratta nella maggior parte dei casi di nordafricani. Oggi, un tunisino 26enne a Rho e un marocchino 23enne a Calolziocorte sono stati arrestati per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Ormai lo spaccio di è la principale fonte di sostentamento di immigrati. Il modello d’integrazione promosso dal centro sinistra alla fine si scontra con i numeri. Milano è una piazza di spaccio dove è possibile trovare qualsiasi tipo di droga in ogni angolo: da Corso Como, a Piazza Gae Aulenti. Dalle Colonne di San Lorenzo alla Stazione Centrale, fino al Bosco di Rogoredo e al Parco delle Groane.  A gestire questo grande mercato sono per lo più marocchini, egiziani, gambiani.
Secondo i dati contenuti nella nota statistica semestrale dell’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità (Orim) redatto da Polis Lombardia, sono 1.153.800 gli stranieri residenti in Lombardia al primo gennaio 2018 e nel 2016 il tasso di delittuosità degli italiani risultava essere par all’8,2 per mille, mentre quello degli stranieri 5,6 volte superiore, ovvero del 45,8 per mille.
Gli stranieri, secondo quanto riportato nella nota, hanno “contribuito” maggiormente nello sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione (in rapporto di 10 a 1), nei furti con destrezza (7 a 1), nella contraffazione di marchi e prodotti industriali e nei furti in esercizi commerciali (6 a 1), nei furti e nelle rapine in abitazione (5 a 1), nei furti con strappo e nelle rapine in pubblica via (4 a 1), e poi, in rapporto di 3 a 1 nei furti in auto in sosta, nella violazione della normativa sugli stupefacenti, nelle rapine in esercizi commerciali, in tentati omicidi e nei reati di contrabbando.
Ormai al Lombardia è piena di criminali. Nello specifico, visti gli episodi di oggi, è evidente che non mancano, anzi abbondano, gli spacciatori."

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!