Menu
Cerca

Arrestato il ladro delle scuole di Saronno

E' stato processato per direttissima il 27enne che si è introdotto in un istituto di via San Giuseppe per fare razzia negli uffici.

Arrestato il ladro delle scuole di Saronno
Cronaca Saronno, 26 Giugno 2018 ore 10:40

Arrestato il ladro delle scuole di Saronno: ha rubato nell'istituto di via San Giuseppe.

Arrestato il ladro delle scuole di Saronno

Durante la nottata appena trascorsa, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Saronno hanno arrestato, in flagranza di reato, un saronnese di 27 anni, già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato all'interno dell’istituto scolastico di via San Giuseppe. Erano le 2 quando l’uomo si era appena introdotto all'interno degli uffici dell’istituto scolastico, con l’intento di far razzia di monete e oggetti custoditi negli armadi e nei cassetti delle varie scrivanie. Questa volta, però, i sensori dell’allarme avevano registrato l’indebita intrusione, dando così la possibilità ai Carabinieri di intervenire nell'immediatezza. In una manciata di secondi la pattuglia del 112 di Saronno è accorsa sul posto e, notata una finestra forzata, si è introdotta nei corridoi bui del palazzo. Dopo aver assicurato le eventuali vie di fuga a piano terra, con l’ausilio di una seconda pattuglia giunta in rinforzo, i militari hanno iniziato ad ispezionare stanza per stanza tutti gli uffici, finché sono giunti in quello in cui era accovacciato il reo, intento ad armeggiare tra le scrivanie. Il 27enne aveva forzato, oltre alla finestra d’accesso, un’altra porta che collegava due aree
al primo piano, accantonando alcuni utensili che di lì a poco avrebbe portato via.

Processato per direttissima

L’uomo, quindi dichiarato in arresto, è stato accompagnato presso la caserma di via Manzoni, da dove in mattinata sarà tradotto presso il Tribunale di Busto Arsizio per essere processato con rito direttissimo. Lo stesso modus operandi era stato adottato in altri eventi delittuosi, che avevano già visto quelle segreterie depredate. È al vaglio degli investigatori dell’Arma la ricostruzione degli episodi per l’eventuale riconducibilità all'odierno indagato.