Arresti e denunce, intenso lavoro dei Carabinieri

Arresti e denunce, intenso lavoro dei Carabinieri
Cronaca Rhodense, 26 Dicembre 2020 ore 14:23

Intenso lavoro dei carabinieri del Comando Provinciale di Milano nel giorno di Santo Stefano

Denunciati due ragazzi che tentavano di rubare una moto

Nella notte, alle 2:30 hanno  i militari hanno denunciato in stato di libertà, per tentato furto aggravato in concorso un italiano classe 2005, con precedenti di polizia ed un italiano classe 2006, incensurato. I due, intorno alle 23 in via Juvara, nella zona di viale Abruzzi a Milano, dopo aver forzato il quadro di accensione tentavano di asportare una moto Bmw regolarmente parcheggiata e di proprietà di un italiano classe 1952. I due venivano immediatamente bloccati dai carabinieri che, allertati da un passante arrivavano tempestivamente nella zona. I militari trovavano abbandonata a terra una pistola scacciacani in metallo di colore nero, con tappo rosso e priva di caricatore, di cui entrambi i ragazzi denunciati negavano la proprietà. L’arma è stata sequestrata per i successivi approfondimenti.

Furto al Mini Penny Market, rubati soldi e smartphone

Sempre i carabinieri del Comando Provinciale, alle 7  hanno arrestato per furto aggravato e ricettazione in concorso, un marocchino classe 1982, senza fissa dimora, nullafacente, con pregiudizi di polizia. L’arrestato alle 2 di notte in via Gaffurio, in zona Piazzale Loreto a Milano, insieme ad altri due complici rimasti ignoti, dopo aver divelto la serranda e forzato la porta di ingresso del “Mini Penny Market”, asportavano venticinque smartphone, vari prodotti di telefonia ed il registratore di cassa. I tre, alla vista dei militari si davano alla fuga a bordo di un furgone risultato poi essere provento di furto. Tallonati dai carabinieri i tre interrompevano bruscamente la marcia in via Ferrante Aporti e scappavano a piedi per le vie limitrofe. L’arrestato veniva bloccato poco dopo mentre i due complici riuscivano a dileguarsi. La perquisizione del furgone permetteva di rinvenire tutta la refurtiva e  di  4.295 euro in contanti. Il cittadino di nazionalità marocchina è stato portato in carcere a “San Vittore”.

Donna aggredita al centro commerciale Bonola

Alle 12 di oggi, 26 dicembre, i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno invece fermato e arrestato  per rapina aggravata, un ghanese classe 1992, senza fissa dimora, nullafacente, con precedenti di polizia. Alle 10 di oggi, l’uomo  nei pressi del centro commerciale “Bonola” di via Quarenghi, a poche centinaia di metri dal Comune di Pero, ha aggredito una donna nigeriana classe 1990. Dopo averla strattonata nel tentativo di sottrarle la borsa, l’ha colpita in testa con una bottiglia di vetro, impossessandosi del suo smartphone e dandosi alla fuga. Le immediate ricerche consentivano ai militari di individuare e bloccare, nelle immediate vicinanze, il ghanese, il quale veniva trovato in possesso del cellulare sottratto. La donna è stata, invece, trasportata in codice giallo presso l’ospedale “San Carlo” per una ferita lacerocontusa alla testa. L’uomo, dopo i controlli in caserma è stato trasferito presso la casa circondariale di Milano “San Vittore”.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità