Arrestati due ragazzi spacciavano droga in centro Tradate

Al termine di una brillante operazione dei carabinieri della tenenza di Tradate denominata "Cani sciolti"

Arrestati due ragazzi spacciavano droga in centro  Tradate
Cronaca 01 Dicembre 2017 ore 13:53

Questa mattina all'alba i carabinieri della tenenza di Tradate coi colleghi della compagnia di Saronno hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tradatesi di 22 e 24 anni ritenuti responsabili in concorso di spaccio di sostanze stupefacenti.  Gli arresti sono il  frutto di un'operazione denominata "Cani sciolti" fatta di intercettazioni telefoniche, controlli e pedinamenti nel contesto urbano.

Perquisite all'alba numerose abitazioni e sequestrati 100 grammi di droga

All'alba  i carabinieri hanno arrestato i due ragazzi e perquisito le loro abitazioni sequestrando 100 grammi di droga tra cocaina, marijuana e hashish, oltre a bilancini di precisione e 450 euro in contanti. Perquisite anche altre abitazioni di Tradate e dei comuni limitrofi di persone, che durante le indagini, sono risultate a vario titolo coinvolte nei loschi affari dalla coppia.

Arrestati due ragazzi di Tradate spacciavano tra via Petrarca e la stazione ferroviaria ai giovani della zona

L'indagine condotta dai carabinieri della tenenza di Tradate ha fatto emergere un'attività delittuosa gestita da due giovani che erano organizzati in modo da smerciare droga del tipo hashish, marijuana e cocaina a giovani clienti di Tradate e dei comuni limitrofi (da Caronno Pertusella a Gorla Maggiore).

 

L'indagine si è basata su intercettazioni telefoniche, osservazioni, pedinamenti, controlli, ascolto di persone informate e riscontri sul campo. Importantissima è stata l'attività messa in atto dagli investigatori, che in borghese, e talvolta con posti di controllo a doc bloccavano e controllavano gli acquirenti, sequestrando la droga.

La coppia era organizzata in modo che uno, assurgendo a leader, curasse l'approvvigionamento e la vendita, l'altro si occupava della riscossione dei debiti maturati dai vari clienti morosi, intimidendoli.

Arrestati i due ragazzi: al telefono chiamavano la droga "Nike" e  i carabinieri in pattuglia "cani sciolti"

I carabinieri, durante le intercettazioni telefoniche,  sono riusciti a decodificare il  linguaggio criptico usato dai due con i loro clienti.  Il nome dell'operazione nasce proprio dall'espressione che spesso gli indagati usavano per indicare la presenza dei carabinieri sul territorio: "occhio che i cani sono sciolti". I clienti, non solo prenotava la droga, anzi  chiedevano  addirittura  se vi era un tipo in particolare come in gergo veniva definito: "E' arrivata la s, no abbiamo la Nike gialla". Oppure, sempre dalle intercettazioni: "Questa per stare tutta la notte con te ti chiedo 250 euro".

Arrestati due ragazzi e una decina di denunciati

Numerose sono state le denunce a piede libero scaturite durante l'indagine che riscontravano l'attività illecita dei due tradatesi.

 

 

L'indagine era scattata dopo l'arresto del cognato albanese

A maggio scorso i carabinieri di Tradate avevano arrestato un latitante albanese ricercato dalla direzione distrettuale antimafia di Palermo per traffico internazionale di stupefacenti. dalle intercettazioni telefoniche che i militari sono riusciti a intuire che all'interno dell'abitazione di uno dei due ragazzi, aveva trovato rifugio il cognato albanese latitante. Appena avuta la conferma dell'identità, una mattinata di maggio, mentre faceva footing, i carabinieri lo hanno bloccato e arrestato.