Cronaca

Appalti truccati tre anni e mezzo a Lonardoni

Era stato arrestato nell’ambito dell’indagine dell’Antimafia sui lavori del prolungamento del Malpensa Express

Appalti truccati tre anni e mezzo a Lonardoni
Cronaca 26 Ottobre 2017 ore 16:42

Appalti truccati

Appalti truccati a Davide Lonardoni

Tre anni e mezzo di carcere senza condizionale della pena né riconoscimenti delle circostanze attenuanti generiche: è quanto aveva chiesto l’accusa al processo con rito abbreviato che vedeva alla sbarra Davide Lonardoni, 45 anni, ingegnere, figlio dell’ex direttore generale di Ferrovie Nord e attuale assessore ai Lavori pubblici di Saronno, Dario Lonardoni.

Appalto per il prolungamento del MalpensaExpress

Tre anni e sei mesi senza condizionale della pena né riconoscimenti delle circostanze attenuanti generiche gli sono stati comminati dal giudice Maria Cristina Mannocci che ha sposato la tesi, dei magistrati della Procura distrettuale antimafia di Milano, secondo cui l’ex dirigente (la società aveva reciso il contratto poche settimane dopo l’arresto) aveva intascato una tangente di 50mila euro per pilotare i lavori di subappalto del collegamento ferroviario tra il primo e il secondo terminal dell’aeroporto di Malpensa.  Approfondimenti su La Settimana in edicola e on line da venerdì 27 ottobre.