Cronaca
l'intervento della Polizia Locale

Andava in giro con un'auto di lusso ma si allacciava abusivamente alla corrente

Andava in giro con un'auto di lusso ma si allacciava abusivamente alla corrente
Cronaca Bollatese, 19 Gennaio 2023 ore 10:28

La Polizia Locale di Bollate ha sequestrato un grosso Suv ad un uomo che si era allacciato abusivamente alla colonnina della corrente presente in piazza Mercato.

In giro con il Suv, si allacciava abusivamente alla corrente

Mercoledì 18 gennaio 2023 la Polizia Locale di Bollate ha proceduto a sequestrare un grosso Suv di proprietà di un cittadino albanese che insieme ad un suo connazionale occasionalmente sostava sul territorio di Bollate.

Solitamente il Q7 circolava accompagnato da un'altra Audi di grossa cilindrata ed un camper. Ora il Q7 verrà confiscato ed il proprietario ne perderà il possesso. Un mese fa lo stesso conducente era stato denunciato dalla Polizia Locale per essersi allacciato abusivamente alla colonnina della corrente presente in piazza del mercato. Gli agenti nel procedere penalmente per l'allaccio abusivo, avevano però verificato che entrambi i soggetti avevano diversi precedenti di Polizia a loro carico, inoltre uno dei due non era titolare di patente ed era già stato sanzionato da un'altra forza di polizia per essersi messo alla guida nonostante questa mancanza.

Sequestrato il veicolo

Alla luce di quanto emerso, il Comando di Bollate ha deciso di porre particolare attenzione al comportamento di queste persone. Rilevando in modo sistematico gli spostamenti del grosso Suv sul territorio di Bollate, ieri ha individuato il momento opportuno per intervenire. Gli agenti hanno proceduto a sequestrare il veicolo e toglierlo dalle disponibilità del proprietario: il carro attrezzi intervenuto ha portato il veicolo presso il deposito del custode-acquirente.

Soddisfatto il vicesindaco Grassi:

"Un intervento che dimostra l'attenzione costante del nostro Comando a contrastare la presenza su Bollate di questi soggetti, che risultano, alla luce dei fatti, dei delinquenti abituali".

Seguici sui nostri canali