Menu
Cerca
SUCCEDE A BOLLATE

Prosegue il progetto del carrello solidale per le famiglie

Il meccanismo è ormai noto: i cittadini acquistano qualche prodotto in più e lo lasciano nei supermercati a disposizione di chi ne ha bisogno

Prosegue il progetto del carrello solidale per le famiglie
cronaca Bollatese, 20 Aprile 2021 ore 18:13

A Bollate prosegue il progetto del carrello solidale per aiutare le famiglie in difficoltà. Un’iniziativa nata proprio durante la pandemia.

Una spesa donata

Prosegue a Bollate il Carrello solidale messo in campo dal Comune in collaborazione con la Caritas cittadina e i suoi volontari. Si tratta del progetto di spesa donata da cittadini che acquistano qualche prodotto in più e lo lasciano nei supermercati a disposizione di chi ne ha bisogno. L’azione è stata messa in campo da circa un anno, per dare una mano a chi ne ha bisogno soprattutto in questa situazione di pandemia.

Ecco i punti vendita

È possibile dare il contributo al Carrello solidale nei seguenti supermercati che hanno aderito alla proposta del Comune: CRAI via Magenta, CRAI via Giovanni XIII, CARREFOUR via Matteotti, SIGMA via Caduti Bollatesi, COOP via Vespucci 2, TIGOTA’ via Repubblica, MONDI POSSIBILI, DUE MANI IN PIU’ e con il sostegno di ESSELUNGA.

L’elenco dei prodotti da donare

Ecco i prodotti che è possibile donare, lasciandoli nel carrello solidale presente in ognuno dei supermercati aderenti:

Per le famiglie, pasta, riso, zucchero, legumi, prodotti a lunga conservazione (latte, tonno, carne in scatola, pelati, etc), prodotti per l’infanzia (omogenizzati, biscotti, partine, etc), carta igienica e prodotti per l’igiene della persona (shampoo, deodorante, bagnoschiuma, etc), prodotti per l’igiene della casa. Olio d’oliva o di semi solo in bottiglie di plastica.

Per gli animali, Cibo umido (bocconcini) e secco (crocchette), prodotti per la pulizia dell’animale (shampoo, salviettine) e degli ambienti (candeggina, ammoniaca, etc.)

Il commento dell’assessore

Il commento sull’iniziativa da parte dell’assessore Lucia Albrizio:

“Questa iniziativa è stata fondamentale nei mesi del lockdown e lo è ancora oggi perché le famiglie continuano a dover affrontare numerose difficoltà a causa della pandemia in corso. Un progetto come il Carrello solidale, dunque, è fondamentale per dare un aiuto concreto ma anche per far emergere il senso collettivo di solidarietà, la forza di una comunità che si attiva per chi ha più necessità”.

Ricordiamo anche che, in caso di difficoltà, è possibile contattare il Centro di ascolto Caritas ai seguenti numeri: Centro ascolto Bollate, tel. 02 3330 0950; Centro ascolto Cassina Nuova, tel. 02 9920 5573.