Menu
Cerca

Allerta maltempo, codice rosso sulle Prealpi

Anche per domani, lunedì, sono previsti vento e pioggia.

Allerta maltempo, codice rosso sulle Prealpi
28 Ottobre 2018 ore 17:18

Allerta meteo

Maltempo,  codice rosso sulle Prealpi da mezzanotte.  Confermato il codice arancione sulle altre zone omogenee.  La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dall'assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, ha emesso una comunicazione di elevata criticità (CODICE ROSSO) per rischio idrogeologico sulle zone omogenee sulle zone IM-04 (laghi e prealpi varesine, provincia di Varese), IM-05 (laghi e prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia di Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-08 (laghi e Prealpi orientali, province di Bergamo e Brescia) da questa mezzanotte e fino a revoca.

Rischio idrogeologico - codice arancione

L'avviso vale anche come comunicazione di moderata criticità (codice arancione) per rischio idrogeologico sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-03 (Alta Valtellina, provincia Sondrio) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

Rischio idraulico - codice arancione

Stesso codice arancione, ma per rischio idraulico, è comunicato sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-10 (Pianura centrale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e
Brianza e Milano), IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

Vento forte

La Sala operativa  segnala anche codice arancione per rischio vento forte su tutte le zone
omogenee.

Previsioni meteo fino a domani

Dalla serata di oggi domenica 28 ottobre, dopo una breve tregua,  ripresa delle precipitazioni a partire dai settori occidentali. Limite neve oltre 1800-2000 metri.
Domani, lunedì 29 ottobre, giornata ancora marcatamente perturbata. Dalla mattina al pomeriggio-sera si prevedono precipitazioni diffuse e continue, insistenti nuovamente sull'intera fascia alpina e prealpina; potranno risultare significativamente insistenti anche su Appennino e parte di pianura occidentale. In questa fase, specie nella seconda parte della giornata, le  precipitazioni assumeranno anche carattere di rovescio e temporale, con fenomeni che localmente potranno risultare anche di forte intensità.  Limite neve in giornata attorno a 2300 metri, in abbassamento in serata fino a 1500 metri circa. I quantitativi di precipitazione previsti per la giornata di domani, lunedì 29/10, si attesteranno mediamente sulla fascia alpina e prealpina tra i 60 e i 100 mm /24h; sulla Pianura e Appennino tra i 20 e i 60 mm/24h. Dalle prime ore di domani, lunedì 29/10, si avrà inoltre un generale marcato rinforzo dei venti che persisterà per tutta la giornata: venti dai quadranti meridionali e orientali, con
intensità da moderata a forte diffusamente a tutte le quote.  In particolare per una fascia temporale estesa da metà mattina a buona parte del pomeriggio la velocità media si attesterà tra i 20 e i 40 km/h, nel pomeriggio-sera potranno diffusamente rinforzare ulteriormente, in particolare su Pianura e Appennino, lasciando registrare velocità  medie orarie tra i 40 e i 50 km/h, con raffiche mediamente tra i 70 e i 100 km/h, localmente superiori attorno ai 120-140 km/h.

Indicazioni operative e segnalazioni

La Sala operativa chiede di segnalare con tempestività eventuali criticità che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala di Protezione Civile regionale 800.061.160 o via mail all'indirizzo cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it .