Menu
Cerca
Presi di mira gli anziani

Allarme truffe: attenzione ai falsi addetti Amga

Numerose le segnalazioni a Legnano: mercoledì in via Ciro Menotti due individui hanno cercato di derubare un 83enne con la scusa dell'acqua contaminata.

Allarme truffe: attenzione ai falsi addetti Amga
Cronaca Legnano e Altomilanese, 30 Gennaio 2021 ore 16:00

Allarme truffe a Legnano, dove girano finti tecnici Amga con tanto di tesserino. A invitare i cittadini a tenere gli occhi aperti è la stessa società partecipata.

Allarme truffe: presi di mira soprattutto gli anziani

"Prendono di mira gli anziani, approfittando della loro vulnerabilità e fanno credere loro di essere tecnici di Amga, incaricati di effettuare verifiche ora sui contatori del gas, ora sulla caldaia piuttosto che sulle bollette - spiega la spa di via per Busto Arsizio - Sono numerose le segnalazioni che stanno pervenendo in questi giorni da parte di cittadini legnanesi".

Il colpo sfumato con la scusa dell'acqua contaminata

"L’ultima risale a mercoledì 27 gennaio 2021, quando la figlia di un 83enne che risiede in via Ciro Menotti ha contattato Amga per raccontare quanto accaduto poche ore prima a suo padre: due persone, uno con un giubbotto da lavoro di colore rosso e un cartellino con la scritta 'Amga Legnano' e l’altro con una falsa divisa da carabiniere si sono fatti aprire dall’anziano, con la scusa di dover appunto verificare la presenza di agenti contaminanti nell’acqua di casa. I due hanno chiesto all’anziano di mettere oro, oggetti di valore e soldi in frigorifero, in modo che non venissero intaccati dai rilevatori che avrebbero utilizzato per esaminare l’acqua. Fortunatamente in casa non c’erano né oro né soldi per cui il colpo non è andato a buon fine".

"Non aprite senza aver prima verificato contattandoci"

A beneficio di tutti i cittadini, Amga ricorda che non si occupa dell’acqua potabile e che i suoi tecnici non si presentano alla porta degli utenti senza un preavviso. "Poiché ultimamente si stanno intensificando questi incresciosi episodi e considerando il fatto che anche i tesserini di riconoscimento possono essere falsificati, consigliamo ai cittadini di non aprire, senza averci prima contattato per effettuare opportuna verifica" conclude la società partecipata.